Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/240: A DONNAFUGATA IL CAMPIONATO INDIVIDUALE AIGG 2018

I giornalisti golfisti si sfidano in Sicilia


DONNAFUGATA - Il maltempo aveva imperversato fino il giorno prima, e continuava a devastare parte della Sicilia. Non eravamo in molti giornalisti praticanti di golf provenienti da mezza Italia, a prendere il coraggio e andar a sostenere il Campionato già da tempo programmato. Donnafugata, il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Chervò il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Vendita biglietti, in corso trattativa con tabaccai ed edicolanti

MOM, IL NUOVO PIANO INDUSTRIALE 2017-2019

35 milioni di euro per stazioni, bus e fermate tecnologiche


TREVISO - Nuove autostazioni, nuovi bus, un rapporto più stretto con la rete ferroviaria, servizi più tecnologici. Mom vara il suo piano industriale 2017-2019. Previsti oltre 18 milioni di euro di investimenti in infrastrutture per riunire stazioni, depositi e officine e avvicinarsi agli scali ferroviari, come spiegano il presidente Giacomo Colladon e il direttore generale Giampaolo Rossi. A Castelfranco verrà realizzata un nuovo polo, mentre a Treviso verrà acquistata l'officina di via Castellana. Nel capoluogo, l'azienda punta ad un nuovo centro, proprio nell'area del terminal ferroviario. Discorsi analoghi sono stati intavolati anche con le amministrazioni comunali di Oderzo e Vittorio Veneto.

Altro fronte, quello dei bus: nei tre anni, grazie anche a contributi europei, verranno acquistati quasi 30 nuovi mezzi, elettrici o euro 6, per una spesa complessiva di 14,2 milioni di euro, rendendo ancora più moderna la flotta degli attuali veicoli.
Due milioni di euro dovrebbero essere recuperati grazie ad una maggior efficienza: tra l'altro verrà istituita una sala controllo unica. Il tutto, assicurano dall'azienda, per migliorare il servizio verso i clienti: ad esempio, 300 paline te, con l'indicazione dei tempi di attesa e i posti liberi sulla corsia in arrivo. E per l'area di Treviso si pensa anche a un ampliamento serale delle corse e il rafforzamento della “metrò” di superficie, sempre nell'ambito dell'integrazione con il treno, prolungando la tratta oggi in essere tra Lancenigo e Treviso centrale, fino all'ex stazione di Santi Quaranta, riattivando il vecchio binario.
Le risorse necessarie, oltre che da ricorso al credito, verranno recuperate anche dalla cessione sul mercato del 30% del capitale sociale, per un valore di quasi 13 milioni di euro.
Il presidente Colladon, inoltre, è fiducioso di trovare in tempi brevi un accordo con tabaccai ed edicolanti sulla vendita dei biglietti.

Galleria fotograficaGalleria fotografica

 

Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
27/01/2017 - Trasporti, sciopero Mom giovedi' 2 febbraio