Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sistemeranno 3 chilometri di sentieri nel parco dello Storga

NEL VIVO L'ESERCITAZIONE DI PROTEZIONE CIVILE

Impegnati 188 volontari da tutta la provincia


TREVISO - La pioggia ha reso ancora più realistica la simulazione di condizioni di emergenza, anche se ha rallentato un po' i lavori. E' entrata nel vivo la mega esercitazione della Protezione civile provinciale in corso al parco del Sant'Artemio e dello Storga.
Impegnati 188 volontari, di 88 associazioni territorio, oltre alla PC dell'Ana, al Suem, ai Vigili del fuoco e ai Carabinieri. Obiettivo: addestrare gli uomini e mettere a punto le procedure in caso di una violenta tromba d'aria.
Ieri nella prima giornata, scattato l'allarme alle 12.30, era stato montato il campo base all'ingresso del Sant'Artemio. Una vera e propria piccola cittadella con cucina mobile in grado di servire 180 pasti all'ora e tendone mensa da cento posti, carrello ufficio, modulo servizi igienici e bagni, quattro tende pneumatiche per complessivi 48 posti letto, la stazione mobile trasmissioni, centro cruciale, poichè in caso di calamità le chiamate telefoniche, in media, aumentano del 600% mandando in tilt ogni rete. E ancore torri faro, motopompe, gruppi elettrogeni, con due camion per il trasporto dell'attrezzatura e dei carrelli. Presente, al campo sarà anche un'ambulazna con relativo personale medico e infermieristico.
Oltre alle simulazioni, tra oggi e domenica i volontari si dedicheranno anche alla messa in sicurezza di circa tre chilomentri di percorsi all'interno del parco dello Storga: i vari gruppi elimineranno la vegetazione in eccesso, sistemeranno i sentieri, ricorstruiranno staccionate, smantelleranno e riposizioneranno passerelle ormai fatiscenti.
"Ringrazio la passione dei nostri uomini della Protezione Civile, impegnati qui e anche nei luoghi del terremoto - ha detto Stefano Marcon, presidente della Provincia di Treviso - siamo orgogliosi di aver messo in pratica questa esercitazione perchè la formazione è fondamentale. Peccato per il tempo che non ha consentito di lavorare bene al Parco della Storga ma siamo certi che proseguiremo coi lavori". E il numero uno dell'amministrazione provinciale ha ribadito anche come si stiano cercando sponsor privati per poter garantire una manutenzione continua alla splendida area naturale che circonda la sede.  L'esercitazione stessa è resa possibile grazie al contributo di Ascotrade e BIM Piave e il supporto tecnico di Pasta Zara, Acqua Minerale San Benedetto e Contarina.