Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

5 appuntamenti in programma fra febbraio e aprile

PAESAGGI CHE CAMBIANO: AL VIA IL SECONDO CICLO DELLA RASSEGNA

8 febbraio ore 21 incontro introduttivo nell'auditorium degli spazi Bomben


TREVISO - Prende il via mercoledì 8 febbraio alle 21 il secondo ciclo della rassegna cinematografica di Fondazione Benetton Studi Ricerche, "Paesaggi che cambiano" dedicata al poeta Andrea Zanzotto.

La rassegna, curata da Luciano Morbiato con la collaborazione di Simonetta Zanon, partirà con un incontro introduttivo  nell'auditorium degli spazi Bomben.

Continua dunque l'interesse di Fondazione Benetton per il paesaggio: l’agricoltura nata grazie alla primordiale tecnologia applicata dall’uomo al suo lavoro e, nel corso dei secoli, i progressi nella coltivazione ottenuti dall’affinamento degli strumenti e dall’applicazione delle energie, dal bue al cavallo ai “cavalli-vapore”. Invenzione quasi contemporanea al trattore agricolo, è il cinema, un linguaggio figurativo ma anche un trionfo della macchina, da quella del Cinématographe Lumière alle tecniche digitali di ripresa e proiezione. 

Il tema affrontato nei 5 appuntamenti in programma fra febbraio e aprile 2017, "Campi lunghi: note su cinema e agricoltura", introdurrà lo sguardo speciale del cinema in una particolare direzione di ricerca: la cura della terra e il legame indissolubile tra agricoltura e paesaggio, che sta al centro di molti dei progetti nel campo degli studi e delle ricerche sul paesaggio sviluppati negli ultimi anni dalla Fondazione.

Nell'incontro introduttivo il prof. Morbiato ripercorrerà alcune tappe delle due “storie” attraverso la scoperta e il commento di una serie di sequenze tratte da film il cui interesse risulta duplice: di documentazione obiettiva e di trasfigurazione narrativa, ben sapendo che – prima degli strumenti e delle macchine – il ruolo di protagonista è (e dovrà tornare ad essere) quello del contadino.


Nei successivi appuntamenti verranno proiettati:

mercoledì 22 febbraio: I giorni del cielo di Terrence Malick
mercoledì 8 marzo: La linea generale di Sergej Ejzenstejn
mercoledì 22 marzo: Fango sulle stelle di Elia Kazan
mercoledì 5 aprile: Corn Island di George Ovashvili

La serata inaugurale è a ingresso libero, per gli altri incontri il costo è di 4 euro.

Schede informative consultabili al sito www.fbsr.it
Per le scuole secondarie di secondo grado è possibile riservare i posti per un'intera classe o per gruppi di studenti (ingresso 4 euro). Per informazioni e prenotazioni perlascuola@fbsr.it

Per ulteriori informazioni
Fondazione Benetton Studi Ricerche
tel. 0422.5121
e-mail: fbsr@fbsr.it