Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/240: A DONNAFUGATA IL CAMPIONATO INDIVIDUALE AIGG 2018

I giornalisti golfisti si sfidano in Sicilia


DONNAFUGATA - Il maltempo aveva imperversato fino il giorno prima, e continuava a devastare parte della Sicilia. Non eravamo in molti giornalisti praticanti di golf provenienti da mezza Italia, a prendere il coraggio e andar a sostenere il Campionato già da tempo programmato. Donnafugata, il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Chervò il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

All'Ispo di Monaco di Baviera tre premi pr scarponi e sci innovativi

TECNICA SFIDA LA PENURA DI NEVE E CONTINUA IL RILANCIO

Il gruppo dello sportsystem chiude il 2016 a 335 milioni di euro


GIAVERA DEL MONTELLO - Tecnica Group si appresta a cogliere i frutti del rilancio  intanto fa incetta di premi.
Il 2016, per il gruppo di Giavera del Montello, leader nelle attrezzature per lo sci e la montagna, è stato l’anno di uscita da una fase di Il presidente Alberto Zanatta, con lo sci Spurottimizzazione ed efficientamento che ha interessato l’intera azienda: il fatturato consolidato è di 335 milioni di euro, in crescita del 10% rispetto al 2014 (il dato 2015 non è di riferimento, in quanto comprendente fatturati parte di Dolomite, ora venduta). Tecnica esporta il 93% della sua produzione, con Germania, Stati Uniti e Svizzera a fare da mercati di riferimento. Crescono sia il settore degli sport invernali (Nordica, Blizzard, Tecnica, + 5%), che il mondo outdoor (Tecnica, Lowa, + 10%). Il fatturato generato dal gruppo è composto per oltre il 50% da prodotti “non neve”: una strategia fondamentale per diversificare gli investimenti e ridurre i rischi legati alla stagionalità. I clienti ammontano a quasi cinque milioni.
“Il 2016 è stato un anno decisamente positivo per il Gruppo - commenta l'amministratore delegato Antonio Dus -. Siamo riusciti a crescere in tutte le linee, anche in quelle legate al mondo neve, dove stimiamo una contrazione del mercato in seguito ad un innevamento sotto la media. Abbiamo quindi aumentato la nostra quota di mercato grazie a collezioni che si sono dimostrate innovative e vincenti. Questo offre un vantaggio adesso, in un anno mediamente innevato, in riferimento al quale contiamo di incrementare ulteriormente la nostra quota".
L'ad Antonio Dus e i responsabili prodottoAd inizio gennaio il gruppo ha lanciato il nuovo piano industriale per il prossimo quinquennio.
La vocazione all’innovazione è confermata con decisione anche dai tre Ispo Award, i premi per i migliori prodotti per la prossima stagioni, ottenuti da Tecnica all'omonima fiera in corso in questi giorni a Monaco di Baviera, il principale appuntamento del settore. Sono stati premiati l’evoluzione di uno sci storico come lo Spur di Blizzard (Gold Winner Award nella categoria Off Piste - All Mountain), il nuovo scarpone Tecnica Mach1 Pro W LV, fulcro del progetto “Women to Women” dedicato alle donne (Winner Award nella categoria Alpine Boots) e il nuovo scarpone Hike&Ski Nordica Strider Pro 130 DYN (Winner Award nella categoria Freeride Boots).
Una tripletta già riuscita lo scorso anno, per la soddisfazione del presidente Alberto Zanatta: “La creatività è nel nostro DNA, ed è alimentata dai grandi investimenti in R&S delle ultime stagioni: un circolo virtuoso che rafforza di anno in anno il nostro know-how, i nostri brand sono al top nella loro capacità di innovare".