Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/197: IL RITORNO DI TOGER WOODS

Il campione di nuovo sul green nel "Torneo degli eroi"


NASSAU - Un evento atteso, e da molti auspicato: il fuoriclasse Tiger Woods 41enne di Cypress (California), si rimette in gioco. È sceso in campo dal 30 novembre al 3 dicembre all’Albany Golf Course (par 72) di Nassau, a New Providence sulle isole Bahamas, praticamente a casa sua,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/196: AD ALICANTE LA SFIDA ITALIA - SPAGNA DEI GIORNALISTI

Vincono gli iberici, ma è festa per tutti


ALICANTE (SPA) - Ad Alicante, il match “Periodistas España-Italia”, la tradizionale sfida dei giornalisti spagnoli nostri antagonisti, in un clima di grande amicizia. È il più cordiale e allegro tra gli incontri internazionali che nella stagione vede i giornalisti...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/195: A DUBAI IL GRAN FINALE DELL'EUROPEAN TOUR

Rahm vince il torneo, classifica generale a Fleetwood


DUBAI - Con la disputa del DP World Tour Championship Dubai (16-19 novembre), è terminata al Jumeirah Golf Estates (Par 72), la stagione dell’European Tour cui hanno partecipato i primi sessanta classificati nell’ordine di merito della "Race To Dubai". Unico italiano in gara...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

500 anni dalla nascita del maestro chioggiotto

ZARLINO RACCONTATO DAL PROF MAMBELLA FONDAZIONE BENETTON

A lui si deve l’invenzione della moderna armonia tonale


TREVISO - La rassegna Musica antica in Casa Cozzi prosegue sabato 11 febbraio alle ore 18.30, con una conferenza dedicata al veneziano Gioseffo Zarlino (Chioggia, 1517 - Venezia, 1590)

Il progetto organizzato dalla Fondazione Benetton Studi Ricerche e da almamusica433, continua sabato nell’auditorium degli spazi Bomben di Treviso, con un appuntamento dedicato al massimo teorico musicale del Rinascimento, nel cinquecentenario della nascita.

A partire dalla presentazione del suo volume Gioseffo Zarlino e la scienza della musica nel ’500 dal numero sonoro al corpo sonoro (IVSLA editore, 2016), Guido Mambella, musicista e musicologo, racconterà, insieme a Luisa Zanoncelli, presidente del comitato scientifico della Fondazione Ugo e Olga Levi, il fondamentale apporto di Zarlino al linguaggio musicale.

A lui – che fu anche compositore e maestro di cappella di S. Marco – si deve l’invenzione della moderna armonia tonale, basata su due soli modi: il maggiore e il minore; oltre che un notevole contributo alla teoria del contrappunto.

L’opera di Gioseffo Zarlino è sempre stata considerata un monolite, un perenne monumento del pensiero, la cui compattezza e coerenza sembrano andare oltre i secoli. La sua fama è certamente legata ai suoi ampi e approfonditi studi musicali, e in particolare alle Istituzioni armoniche, il trattato in cui, in pieno accordo con la sensibilità rinascimentale, asserisce che la musica è una scienza esatta e precisa, come l’aritmetica a cui è strettamente connessa, fondata sulla quantificazione di voci e suoni musicali. Il lavoro di Mambella, che si caratterizza anche per uno stile divulgativo sconosciuto finora agli studi dedicati al trattatista nativo di Chioggia, intende riportare Zarlino nella storia: nel suo originale ampio recupero della tradizione musicale greco-latina, nei rapporti spesso conflittuali con i teorici a lui più vicini, i contemporanei e gli allievi, nel procedere stesso del suo pensiero che, tra le prime e le ultime formulazioni, vede un tale rivolgimento di presupposti «dal numero sonoro al corpo sonoro» appunto, da rendercelo vivo, problematico e di una irrisolta complessità.

Ingresso libero.

Auditorium degli spazi Bomben, via Cornarotta 7, Treviso.

Per informazioni: Fondazione Benetton, tel. +39.0422.5121, fbsr@fbsr.it, www.fbsr.it;

almamusica433, cell. +39.334.3429025, info@almamusica433.it, www.almamusica433.it.