Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

"Non dobbiamo perdere di vista la qualità del lavoro"

BONAN: "PORTARE LA CONTRATTAZIONE FUORI DALLE AZIENDE"

Le dichiarazioni della candidata alla segreteria Cisl


TREVISO - Il 30 e 31 marzo il congresso della Cisl Belluno Treviso eleggerà il nuovo segretario generale della confederazione. Il comitato esecutivo ha candidato Cinzia Bonan a succedere, dopo 9 anni, a Franco Lorenzon alla guida degli oltre 91mila iscritti delle due province. Bonan, 50 anni, fa parte della segreteria interprovinciale (e prima delle unificazione di quella trevigiana), avendo tra l'altro la responsabilità dell'amministrazione e dell'organizzazione.
“E' un messaggio forte di stabilità e continuità - sottolinea -, anche per le federazioni di categoria, i cui gruppi dirigenti si apprestano a chiedere la conferma nei rispettivi congressi. Ci muoveremo sulla strada segnata dalla gestione di Franco Lorenzon e di questo gruppo: mettere in campo una contrattazione che esce dalle aziende e va nel territorio, per diffondere benefici e sostegno a tutta la comunità”.
Riguardo alle conseguenze della crisi nella Marca e nel Bellunese, con disoccupazione e precarietà in aumento, ribadisce: “Il lavoro che manca è senza dubbio il primo problema, ma non l'unico di cui preoccuparsi. Non dobbiamo perdere di vista la qualità del lavoro. Compito del sindacato è proprio mantenere la qualità del lavoro per chi ce l'ha, oltre che generare le condizioni perchè nasca nuova occupazione”.
La segretaria in pectore rivendica il ruolo tuttora vitale del sindacato: “Nel 2008 quando è iniziata la grande trasformazione, noi stessi avevamo molti dubbi su come avremmo superato questa sfida globale. Dopo nove anni ritengo si sia capito che il sindacato serve, per garantire una tutela ai lavoratori, ai pensionati e, in generale, alle classi più deboli. A livello nazionale, ma anche nel territorio c'è bisogno, forse più di prima, di qualcuno che cerchi risposte serie e concrete su questi temi”.
Bonan sottolinea, tra gli aspetti a cui porre particolare attenzione nell'iniziativa sindacale, anche quello della famiglia e del sostegno alle donne lavoratrici, troppo spesso ancora penalizzate: “Nel 2016, oltre 500 lavoratrici trevigiane hanno dato le dimissioni, dopo la maternità, perchè non riescivano conciliare lavoro e famiglia. Ci portiamo ancora dietro le difficoltà di trent'anni fa. I problemi sono stati risolti facendo meno figli, con tutte le conseguenze per la società. Le politiche per la famiglia, e con questo intendo anche le famiglie ancora da formare e le prossime generazioni, saranno determinanti per le caratteristiche future di questo territorio”.