Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitÓ coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Intanto risponde alle cure l'insegnante di Castelfranco

NUOVO CASO DI MENINGITE ALL'OSPEDALE DI TREVISO

Un 45enne ricoverato per infezione da pneumococco


TREVISO - Si susseguono ormai i casi di meningite nella Marca: da questa mattina all'ospedale di Treviso è ricoverato un 45enne, risultato affetto, in seguito agli esami di laboratorio, da un'infezione da pneumococco. Il paziente si trova ora in Terapia intensiva in condizioni cliniche stazionarie.
Nel frattempo, come comunica l'Ulss 2, risponde alle cure e migliora leggermente la 43enne castellana, colpita da meningite da meningococco di tipo C.
La donna, insegnante all'istituto Rosselli, si trova ancora nel reparto di Terapia Intensiva, dove è stata accolta venerdì sera, dopo essersi presentata al Pronto soccorso con sintomi compatibili con diverse diagnosi.
La paziente, le cui condizioni sono serie e tutt’ora impegnative, rimane in prognosi riservata. Il quadro clinico, però, è in lieve e costante miglioramento, pur non essendo la signora ancora fuori pericolo.
La direzione sanitaria dell’Ulss fa presente che non può esserci alcuna relazione tra i due casi. La meningite da pneumococco, infatti, a differenza di altri tipi di meningite non dà origine a focolai epidemici. Per questo motivo non richiede nemmeno interventi di profilassi antibiotica sui familiari e i contatti stretti.
La direzione aziendale ribadisce anche in questa occasione che, per qualsiasi dubbio, il cittadino può rivolgersi tranquillamente al proprio medico di famiglia. I professionisti della medicina generale e della continuità assistenziale, infatti, hanno tutte le competenze necessarie per dare una risposta appropriata.