Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/220: BROOKS KOEPKA FA IL BIS ALL'US OPEN

Il terribile campo di Shinnecock Hills fa strage di big


TREVISO - Risale al 1891 la storia di questo percorso che nasce a 12 buche, alle porte di New York. Seguirono le altre 6 nel 1895, poi subì modifiche nel 1920, per essere completato nel 1931. Oggi il percorso è un par 70 di ben 6.808 metri. Da sempre considerato tra i più...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/219: DAI CONTI CORRENTI AL GREEN, LA SFIDA DEI BANCARI

A Ca' della Nave il torneo tra gli istituti di credito europei


MARTELLAGO - Patrocinato dalla Federazione Italiana Golf, c’è stato, al Circolo del Golf di Cà della Nave, l’incontro di Golf interbancario, tra i dipendenti degli istituti di credito d’Europa, il 17esimo, che ha impegnato il Club ospitante per cinque giornate. Si...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/218: UN GRANDE MOLINARI INFIAMMA L'OPEN D'ITALIA

La vittoria finale, però, va per un colpo al danese Olesen


SOLANO DEL LAGO (BS) - Eccoci arrivati all’Open d’Italia, il tanto atteso appuntamento, il maggiore del Golf italiano. Prologo domenica 27, in piazza Malvezzi e sul lungolago Cesare Battisti a Desenzano, era festa grande a Soiano del Lago: entusiasmo, curiosità, musica e...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Intanto risponde alle cure l'insegnante di Castelfranco

NUOVO CASO DI MENINGITE ALL'OSPEDALE DI TREVISO

Un 45enne ricoverato per infezione da pneumococco


TREVISO - Si susseguono ormai i casi di meningite nella Marca: da questa mattina all'ospedale di Treviso è ricoverato un 45enne, risultato affetto, in seguito agli esami di laboratorio, da un'infezione da pneumococco. Il paziente si trova ora in Terapia intensiva in condizioni cliniche stazionarie.
Nel frattempo, come comunica l'Ulss 2, risponde alle cure e migliora leggermente la 43enne castellana, colpita da meningite da meningococco di tipo C.
La donna, insegnante all'istituto Rosselli, si trova ancora nel reparto di Terapia Intensiva, dove è stata accolta venerdì sera, dopo essersi presentata al Pronto soccorso con sintomi compatibili con diverse diagnosi.
La paziente, le cui condizioni sono serie e tutt’ora impegnative, rimane in prognosi riservata. Il quadro clinico, però, è in lieve e costante miglioramento, pur non essendo la signora ancora fuori pericolo.
La direzione sanitaria dell’Ulss fa presente che non può esserci alcuna relazione tra i due casi. La meningite da pneumococco, infatti, a differenza di altri tipi di meningite non dà origine a focolai epidemici. Per questo motivo non richiede nemmeno interventi di profilassi antibiotica sui familiari e i contatti stretti.
La direzione aziendale ribadisce anche in questa occasione che, per qualsiasi dubbio, il cittadino può rivolgersi tranquillamente al proprio medico di famiglia. I professionisti della medicina generale e della continuità assistenziale, infatti, hanno tutte le competenze necessarie per dare una risposta appropriata.