Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/197: IL RITORNO DI TOGER WOODS

Il campione di nuovo sul green nel "Torneo degli eroi"


NASSAU - Un evento atteso, e da molti auspicato: il fuoriclasse Tiger Woods 41enne di Cypress (California), si rimette in gioco. È sceso in campo dal 30 novembre al 3 dicembre all’Albany Golf Course (par 72) di Nassau, a New Providence sulle isole Bahamas, praticamente a casa sua,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/196: AD ALICANTE LA SFIDA ITALIA - SPAGNA DEI GIORNALISTI

Vincono gli iberici, ma è festa per tutti


ALICANTE (SPA) - Ad Alicante, il match “Periodistas España-Italia”, la tradizionale sfida dei giornalisti spagnoli nostri antagonisti, in un clima di grande amicizia. È il più cordiale e allegro tra gli incontri internazionali che nella stagione vede i giornalisti...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/195: A DUBAI IL GRAN FINALE DELL'EUROPEAN TOUR

Rahm vince il torneo, classifica generale a Fleetwood


DUBAI - Con la disputa del DP World Tour Championship Dubai (16-19 novembre), è terminata al Jumeirah Golf Estates (Par 72), la stagione dell’European Tour cui hanno partecipato i primi sessanta classificati nell’ordine di merito della "Race To Dubai". Unico italiano in gara...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Senza le dimissioni dell'attuale presidente la situazione è bloccata

TREVISO ANCORA IN IMPASSE TIZIANO NARDIN NON MOLLA

Se Nardin se ne va società gestita da Dondi e Bisogno


TREVISO - Sembrava che la situazione si fosse finalmente sbloccata o che fosse sul punto di esserlo, invece niente di tutto ciò. Il Treviso Calcio è ancora nelle mani di Tiziano Nardin. Tutti stanno ancora aspettando che Nardin si faccia da parte, conditio sine qua non per permettere il passaggio di proprietà. Appena Nardin presenta le dimissioni al Comitato Veneto, e lo deve fare in queste prossime ore, l’ACD Treviso avrà un nuovo presidente, Isidoro Dondi, a cui si affiancherà Stefano Bisogno. Infatti l’avvocato ferrarese Massimiliano Vissoli, che aveva avuto il 3 novembre 2016 le dimissioni di Nardin padre e figlio ma non riconosciute dalla FGIC, successivamente si era a sua volta dimesso a favore di Dondi. Dondi e Bisogno perciò sono già d’accordo nel dividersi equamente la gestione del club almeno fino a giugno ma, chiaro, se Nardin non se ne va, e deve farlo adesso, salta tutto ed i giocatori verranno rilasciati. Domani mattina il procuratore Giulio Biasin e Claudio Dondi andranno a casa di Nardin sperando di strappargli finalmente il sì delle sue dimissioni.