Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/177: I GIORNALISTI GOLFISTI SONO SALITI IN MONTAGNA

Ad Asiago, Petersberg e St. Vigil l'"Alps tour" dell'Aigg


TREVISO - Per il secondo anno consecutivo, con l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti ci siamo concessi un trio di gare di montagna su mete belle e impegnative, in Veneto e in Alto Adige: il Golf Asiago nell’altipiano dei Sette Comuni, il Petersberg a Monte San Pietro - Nova...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/176: IN PORTOGALLO IL CAMPIONATO EUROPEO DI GOLF PARALIMPICO

Tra i protagonisti azzurri anche Pietro Andrini di Ca' della Nave


QUINTA DO LAGO - È talvolta impressionante pensare a dove può arrivare l’essere umano con la propria volontà. Persone portatrici di gravissimi handicap, come la cecità, che riescono a praticare determinate discipline sportive, financo lo sci. In questo caso...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/175: PARLA INGLESE L'OPEN DE FRANCE

Tommy Fleetwood vince l'evento Rolex Series di Parigi


PARIGI - È partito il giorno 29 giugno a Guyancourt, al golf National nei pressi di Parigi, il maggior incontro della stagione golfistica 2017, l’evento Rolex Series del Tour europeo “Race to Dubai”, l’HNA Open de France. È una tappa importante del circuito...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Senza le dimissioni dell'attuale presidente la situazione è bloccata

TREVISO ANCORA IN IMPASSE TIZIANO NARDIN NON MOLLA

Se Nardin se ne va società gestita da Dondi e Bisogno


TREVISO - Sembrava che la situazione si fosse finalmente sbloccata o che fosse sul punto di esserlo, invece niente di tutto ciò. Il Treviso Calcio è ancora nelle mani di Tiziano Nardin. Tutti stanno ancora aspettando che Nardin si faccia da parte, conditio sine qua non per permettere il passaggio di proprietà. Appena Nardin presenta le dimissioni al Comitato Veneto, e lo deve fare in queste prossime ore, l’ACD Treviso avrà un nuovo presidente, Isidoro Dondi, a cui si affiancherà Stefano Bisogno. Infatti l’avvocato ferrarese Massimiliano Vissoli, che aveva avuto il 3 novembre 2016 le dimissioni di Nardin padre e figlio ma non riconosciute dalla FGIC, successivamente si era a sua volta dimesso a favore di Dondi. Dondi e Bisogno perciò sono già d’accordo nel dividersi equamente la gestione del club almeno fino a giugno ma, chiaro, se Nardin non se ne va, e deve farlo adesso, salta tutto ed i giocatori verranno rilasciati. Domani mattina il procuratore Giulio Biasin e Claudio Dondi andranno a casa di Nardin sperando di strappargli finalmente il sì delle sue dimissioni.