Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La presidente Piovesana: "Dissenso verso l'attuale gestione"

UNINDUSTRIA SI CHIAMA FUORI DA FONDAZIONE CASSAMARCA

L'associazione non indicherà il nuovo rappresentante nel consiglio


TREVISO - Unindustria Treviso, con una lettera a firma della presidente Maria Cristina Piovesana, ha comunicato ufficialmente al presidente della Camera di Commercio, Mario Pozza, che l’associazione ha scelto di non partecipare, con l’indicazione di propri candidati, alla nomina per la sostituzione del rappresentante dimissionario delle categorie economiche nel Consiglio di indirizzo di Fondazione Cassamarca. Finora a rappresentare le associazioni imprenditoriali in seno all'organismo era Carlo Pagotto, dimessosi nei giorni scorsi: Pagotto era espressione del mondo dell'artigianato (è stato presidente del mandamento di Treviso di Confartigianato) e, in base alla consuetudine di alternanza tra le maggiori realtà imprenditoriali, ora la nomina sarebbe toccata ad un esponente dell'industria (in precedenza era stato Nicola Tognana a sedere a Ca' Spineda). Secondo la prassi, il presidente della Camera di commercio, per conto delle categorie, dovrà indicare una terna di nomi tra cui i vertici di Fondazione coopeteranno il nuovo consigliere. 
"E’ una scelta – dichiara Maria Cristina Piovesana - che ho condiviso con il Consiglio Generale di Unindustria Treviso e che esprime il nostro disagio e dissenso rispetto ad un modo di operare e interpretare il servizio alla comunità. Ho scelto di denunciarlo pubblicamente quale contributo al rinnovamento delle persone e della cultura di chi ha la grande responsabilità di gestire risorse che, lo ricordo, appartengono storicamente a tutta la nostra comunità".
"Le ultime scelte - prosegue la numero uno dell'associazione degli industriali della Marca - confermano una gestione personalistica della Fondazione, che mira a coprire rendite di posizione e privilegi ormai inaccettabili, anziché rispondere con competenza e professionalità ai bisogni del territorio e dei nostri giovani. Di questa partita non vogliamo essere partecipi e corresponsabili".