Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/256: FRANCESCO MOLINARI CAMPIONE ALL'ARNOLD PALMER

Fantastico ultimo giro e vittoria del torinese


ORLANDO (FLORIDA) - Torna in campo Francesco Molinari. Lo fa ancora una volta nel leggendario sito di “Arnold Palmer Invitational”. Il torneo (7-10 marzo), dedicato al grande campione americano scomparso nel 2016, si gioca al Bay Hill Club & Lodge (par 72), di Orlando in Florida. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/255: FRANCESCO SECCO APRE LA STAGIONE A "I SALICI"

Il club pių vicino alla cittā di Treviso prosegue il rinnovamento


TREVISO - Golf Club “I Salici”, un bel giardino dove giocare a Golf. Per me una montagna di ricordi.Non sono del tutto compiuti gli impegnativi lavori al Golf Club “I Salici”, opere intese a rendere il club più importante nel complesso della Ghirada, la cittadella...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/254: IN MESSICO IL RIENTRO IN CAMPO DI FRANCESCO MOLINARI

Il torinese chiude 17° nel torneo vinto da Dustin Johnson


CITTA' DEL MESSICO - Il campionato mondiale messicano segna il rientro in campo di Francesco Molinari, nella prima delle contese stagionali del World Golf Championship. Il torneo si disputa al Club de Golf Chapultepec di Città del Messico, con un montepremi di 10.250.000 dollari....continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il settore tra restringimento del mercato e nuove tecnologie

ARCANGELO PIAI AL VERTICE DEI FOTOGRAFI DI CNA TREVISO

"Sopravvive chi fa del proprio mestiere un’arte"


TREVISO - Arcangelo Piai, 51 anni, affermato fotografo industriale di reportage di viaggio con studio a Susegana, è il nuovo portavoce di Cna Fotografi, il cui congresso si è celebrato giovedì sera.
L’elezione di Piai, già presidente di Cna Comunicazione e Terziario Avanzato, è avvenuta dopo un articolato dibattito sui cambiamenti che hanno investito il settore, stretto tra il restringimento del mercato interno e la costante evoluzione tecnologica.

"Il mercato per noi fotografi è completamente cambiato – spiega Arcangelo Piai -. Oggi non è più possibile pensare di sbarcare il lunario con lavori a basso valore aggiunto, poco creativi, perché, prima con le fotocamere digitali ora con gli smartphone, l’accesso alle tecnologia e la competenza fotografica si sono diffusi tra la popolazione. Sopravvive chi fa del proprio mestiere un’arte. Servono passione e talento. Certo, non ci sono più i guadagni di vent’anni fa ma spazi e opportunità ce ne sono ancora. L’abusivismo va assolutamente combattuto, non bisogna però pensare di avere diritti acquisiti e bisogna essere consapevoli che, se non si cresce, si va fuori mercato".

Il direttivo del mestiere si incontrerà di nuovo a breve per la programmazione annuale. Tra le linee guida approvate: l’ampliamento della base associativa, il coinvolgimento degli altri mestieri nelle iniziative e la partecipazione ai laboratori territoriali per l’occupabilità.