Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/219: DAI CONTI CORRENTI AL GREEN, LA SFIDA DEI BANCARI

A Ca' della Nave il torneo tra gli istituti di credito europei


MARTELLAGO - Patrocinato dalla Federazione Italiana Golf, c’è stato, al Circolo del Golf di Cà della Nave, l’incontro di Golf interbancario, tra i dipendenti degli istituti di credito d’Europa, il 17esimo, che ha impegnato il Club ospitante per cinque giornate. Si...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/218: UN GRANDE MOLINARI INFIAMMA L'OPEN D'ITALIA

La vittoria finale, però, va per un colpo al danese Olesen


SOLANO DEL LAGO (BS) - Eccoci arrivati all’Open d’Italia, il tanto atteso appuntamento, il maggiore del Golf italiano. Prologo domenica 27, in piazza Malvezzi e sul lungolago Cesare Battisti a Desenzano, era festa grande a Soiano del Lago: entusiasmo, curiosità, musica e...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/217: IL GOLF FINALMENTE VA IN TELEVISIONE

Sul campo di Ca' della Nave registrata la trasmissione di Bucarelli e Lanza


MARTELLAGO - È ben noto il disappunto del golfista che non è abbonato Sky, per non aver l’opportunità di vedere in chiaro le partite di golf nei programmi nazionali, seppur costretto a pagare il canone Rai. Non saprei a cosa ascrivere questo svantaggio sulla testa degli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, non risiedono in città: chiesto il foglio di via

LANCIAVANO BOTTIGLIE NEL CANALE DI VIA ZORZETTO

Quattro persone identificate dalla Polizia locale in centro


TREVISO - Nuova tornata di controlli contro il degrado urbano e il consumo di bevande alcoliche e stupefacenti in via Zorzetto e nei giardinetti di Sant'Andrea. A metterli in atto domenica sera la Polizia locale di Treviso.
Gli agenti di pattuglia in centro storico, con il supporto della centrale operativa, hanno identificato quattro persone; un pakistano del 1973, un italiano di Carbonera del 1991 (già noto per episodi legati al consumo di stupefacenti) e due marocchini, entrambi del 1990, uno di Villorba ed uno di Casale Sul Sile. Costoro, dopo aver bevuto, si divertivano a distruggere le bottiglie vuote sulla riva del canale che scorre nella via.
“Contro il degrado abbiamo chiesto il massimo impegno alla polizia locale – dichiara il sindaco Giovanni Manildo –. Massimo impegno e massimo sforzo perché una città bella e sicura è anche più serena da vivere per i trevigiani e più attraente per i turisti”.
“I risultati dei controlli, effettuati anche in questo weekend, dimostrano un’efficace presenza della nostra polizia locale– aggiunge l’assessore alla Sicurezza, Roberto Grigoletto - sempre più numerosa, anche a piedi, per le strade della città”.
Nel corso del controllo è anche emerso che uno dei soggetti, noto agli operatori, era destinatario di un provvedimento restrittivo da parte della magistratura e per questo sarà segnalato per la violazione all'obbligo di dimora nel territorio del comune di Carbonera. Nei confronti delle altre persone, non residenti a Treviso, la Municipale procederào alla segnalazione all'autorità di pubblica sicurezza competente per l'emanazione di adeguati provvedimenti amministrativi. “In casi come questi il Daspo rappresenta una strumento utile – chiude il sindaco – affinché l’allontanamento avvenga in tempi veloci”.