Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/177: I GIORNALISTI GOLFISTI SONO SALITI IN MONTAGNA

Ad Asiago, Petersberg e St. Vigil l'"Alps tour" dell'Aigg


TREVISO - Per il secondo anno consecutivo, con l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti ci siamo concessi un trio di gare di montagna su mete belle e impegnative, in Veneto e in Alto Adige: il Golf Asiago nell’altipiano dei Sette Comuni, il Petersberg a Monte San Pietro - Nova...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/176: IN PORTOGALLO IL CAMPIONATO EUROPEO DI GOLF PARALIMPICO

Tra i protagonisti azzurri anche Pietro Andrini di Ca' della Nave


QUINTA DO LAGO - È talvolta impressionante pensare a dove può arrivare l’essere umano con la propria volontà. Persone portatrici di gravissimi handicap, come la cecità, che riescono a praticare determinate discipline sportive, financo lo sci. In questo caso...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/175: PARLA INGLESE L'OPEN DE FRANCE

Tommy Fleetwood vince l'evento Rolex Series di Parigi


PARIGI - È partito il giorno 29 giugno a Guyancourt, al golf National nei pressi di Parigi, il maggior incontro della stagione golfistica 2017, l’evento Rolex Series del Tour europeo “Race to Dubai”, l’HNA Open de France. È una tappa importante del circuito...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, non risiedono in città: chiesto il foglio di via

LANCIAVANO BOTTIGLIE NEL CANALE DI VIA ZORZETTO

Quattro persone identificate dalla Polizia locale in centro


TREVISO - Nuova tornata di controlli contro il degrado urbano e il consumo di bevande alcoliche e stupefacenti in via Zorzetto e nei giardinetti di Sant'Andrea. A metterli in atto domenica sera la Polizia locale di Treviso.
Gli agenti di pattuglia in centro storico, con il supporto della centrale operativa, hanno identificato quattro persone; un pakistano del 1973, un italiano di Carbonera del 1991 (già noto per episodi legati al consumo di stupefacenti) e due marocchini, entrambi del 1990, uno di Villorba ed uno di Casale Sul Sile. Costoro, dopo aver bevuto, si divertivano a distruggere le bottiglie vuote sulla riva del canale che scorre nella via.
“Contro il degrado abbiamo chiesto il massimo impegno alla polizia locale – dichiara il sindaco Giovanni Manildo –. Massimo impegno e massimo sforzo perché una città bella e sicura è anche più serena da vivere per i trevigiani e più attraente per i turisti”.
“I risultati dei controlli, effettuati anche in questo weekend, dimostrano un’efficace presenza della nostra polizia locale– aggiunge l’assessore alla Sicurezza, Roberto Grigoletto - sempre più numerosa, anche a piedi, per le strade della città”.
Nel corso del controllo è anche emerso che uno dei soggetti, noto agli operatori, era destinatario di un provvedimento restrittivo da parte della magistratura e per questo sarà segnalato per la violazione all'obbligo di dimora nel territorio del comune di Carbonera. Nei confronti delle altre persone, non residenti a Treviso, la Municipale procederào alla segnalazione all'autorità di pubblica sicurezza competente per l'emanazione di adeguati provvedimenti amministrativi. “In casi come questi il Daspo rappresenta una strumento utile – chiude il sindaco – affinché l’allontanamento avvenga in tempi veloci”.