Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e università coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, non risiedono in città: chiesto il foglio di via

LANCIAVANO BOTTIGLIE NEL CANALE DI VIA ZORZETTO

Quattro persone identificate dalla Polizia locale in centro


TREVISO - Nuova tornata di controlli contro il degrado urbano e il consumo di bevande alcoliche e stupefacenti in via Zorzetto e nei giardinetti di Sant'Andrea. A metterli in atto domenica sera la Polizia locale di Treviso.
Gli agenti di pattuglia in centro storico, con il supporto della centrale operativa, hanno identificato quattro persone; un pakistano del 1973, un italiano di Carbonera del 1991 (già noto per episodi legati al consumo di stupefacenti) e due marocchini, entrambi del 1990, uno di Villorba ed uno di Casale Sul Sile. Costoro, dopo aver bevuto, si divertivano a distruggere le bottiglie vuote sulla riva del canale che scorre nella via.
“Contro il degrado abbiamo chiesto il massimo impegno alla polizia locale – dichiara il sindaco Giovanni Manildo –. Massimo impegno e massimo sforzo perché una città bella e sicura è anche più serena da vivere per i trevigiani e più attraente per i turisti”.
“I risultati dei controlli, effettuati anche in questo weekend, dimostrano un’efficace presenza della nostra polizia locale– aggiunge l’assessore alla Sicurezza, Roberto Grigoletto - sempre più numerosa, anche a piedi, per le strade della città”.
Nel corso del controllo è anche emerso che uno dei soggetti, noto agli operatori, era destinatario di un provvedimento restrittivo da parte della magistratura e per questo sarà segnalato per la violazione all'obbligo di dimora nel territorio del comune di Carbonera. Nei confronti delle altre persone, non residenti a Treviso, la Municipale procederào alla segnalazione all'autorità di pubblica sicurezza competente per l'emanazione di adeguati provvedimenti amministrativi. “In casi come questi il Daspo rappresenta una strumento utile – chiude il sindaco – affinché l’allontanamento avvenga in tempi veloci”.