Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/256: FRANCESCO MOLINARI CAMPIONE ALL'ARNOLD PALMER

Fantastico ultimo giro e vittoria del torinese


ORLANDO (FLORIDA) - Torna in campo Francesco Molinari. Lo fa ancora una volta nel leggendario sito di “Arnold Palmer Invitational”. Il torneo (7-10 marzo), dedicato al grande campione americano scomparso nel 2016, si gioca al Bay Hill Club & Lodge (par 72), di Orlando in Florida. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/255: FRANCESCO SECCO APRE LA STAGIONE A "I SALICI"

Il club pių vicino alla cittā di Treviso prosegue il rinnovamento


TREVISO - Golf Club “I Salici”, un bel giardino dove giocare a Golf. Per me una montagna di ricordi.Non sono del tutto compiuti gli impegnativi lavori al Golf Club “I Salici”, opere intese a rendere il club più importante nel complesso della Ghirada, la cittadella...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/254: IN MESSICO IL RIENTRO IN CAMPO DI FRANCESCO MOLINARI

Il torinese chiude 17° nel torneo vinto da Dustin Johnson


CITTA' DEL MESSICO - Il campionato mondiale messicano segna il rientro in campo di Francesco Molinari, nella prima delle contese stagionali del World Golf Championship. Il torneo si disputa al Club de Golf Chapultepec di Città del Messico, con un montepremi di 10.250.000 dollari....continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La scalinata degli Alpini sarā l'arena del tifo

SBANDIERATORI E TAMBURINI APRONO LA TREVISO MARATHON 1.4

Tanti i volontari impegnati. Ristoro con pasta e fagioli


foto CREDIT BOLGAN
CONEGLIANO - Lo spettacolo di sbandieratori e tamburini della Dama Castellana aprirà domenica 5 maggio la Treviso Marathon 1.4. La Scalinata degli Alpini sarà l'arena del tifo dell'evento internazionale.

La città del Cima si prepara ad accogliere i partecipanti alla 42,195 km, alla seconda Treviso Half Marathon e alla MoohRun3.
Maratona e mezza maratona partiranno in Corso Mazzini, per arrivare poi in viale Carducci, viale simbolo della città, tra la stazione ferroviaria e la Scalinata degli Alpini. Piazza Cima ospiterà invece partenza e arrivo della manifestazione ludico-motoria di 5 e 10 km, affiliata Fiasp.

I tamburini e gli sbandieratori della Dama Castellana, come gli anni scorsi, si esibiranno per il pubblico presente e per i partecipanti alla gara aprendo l'evento internazionale. Saranno presenti anche dame e cavalieri con gli abiti rinascimentali. Una trentina di auto dell'associazione Auto Storiche Villorba partiranno per una sfilata alle 9.30.

“Ai miei concittadini – afferma il sindaco di Conegliano, Floriano Zambon - l’invito a far parte di questa grande festa, scendendo in strada per applaudire grandi e piccini e tutti coloro che hanno scelto di correre la maratona della provincia di Treviso”.

Un'occasione, la maratona trevigiana, per far conoscere, anche il territorio. "Arriveranno da tutta Italia e anche dall’estero, per godersi una manifestazione organizzata professionalmente al meglio e un territorio che, come sempre, saprà accogliere tutti, proprio nell’anno della candidatura delle Colline di Conegliano Valdobbiadene a patrimonio dell’Unesco - aggiunge il sindaco - ecco che la maratona trevigiana diventa proprio uno strumento per valorizzare la nostra meravigliosa terra, che merita di essere apprezzata e vissuta in tutti i suoi aspetti, da quelli paesaggistici a quelli storici, da quelli architettonici a quelli enogastronomici, da quelli sportivi a quelli culturali".

Tanti i volontari di Maratona e Protezione Civile impegnati lungo il percorso, alla partenza, all'arrivo, dalla consegna dei pacchi gara ai gonfiabili, dai responsabili della logistica e delle premiazioni agli allestimenti e al ristoro rinforzato con pasta, offerta da Pasta Sgambaro, e fasioi.

Per coloro che arriveranno da fuori provincia o dall’estero l'evento rappresenta l'occasione per visitare il bellissimo centro storico di Conegliano. I podisti qualche centinaio di metri dopo la partenza transiteranno accanto alla fontana dei Cavalli, uno dei monumenti simbolo della città, scolpita nel 1337 da Spongradi e fino al 1770 posizionata al centro di Contrada Granda, in seguito arricchita dalla statua del Nettuno sulla conchiglia trainata da due cavalli marini.

Galleria fotograficaGalleria fotografica