Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e università coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sul palco i comici di Zelig per "Quando ridere fa bene"

HOSPICE ADVAR, LAVORI COMPLETATI ENTRO L'ANNO

Giovedì serata benefica al Teatro comunale di Treviso


TREVISO - Ridere fa bene. Anche - anzi forse ancor di più - per chi vive situazioni di malattia. Anche per questo, per il sesto anno, un gruppo di imprenditori e professionisti trevigiani promuove una serata di cabaret a favore dell'Advar e della Grande Casa, coop che assiste persone in difficoltà a Sesto S. Giovanni.

Dal 2012 sono stati raccolti 110 mila euro, tutti donati in beneficienza, in gran parte a sostegno dell'ampliamento dell'Hospice Casa dei Gelsi. I lavori, come spiega la fondatrice e presidente dell'associazione trevigiana, Anna Mancini Rizzotti, procedono a pieno ritmo ed il completamento è previsto per l’estate, ma per raggiungere il traguardo c’è ancora bisogno del sostegno di tutti. Il costo complessivo supererà i 5 milioni di euro, che saranno tutti frutto di aiuti - in varie forme - dei cittadini. "Questo è un forte segnale - ribadisce la presidente - di come le persone del territorio seguano con profondo affetto, con impegno personale e con contributi sostanziali il lavoro di Advar. Il 'desiderio di esserci', di far parte del progetto Hospice, perché è a disposizione - in modo gratuito - di chi ne ha bisogno" Advar, nel 2016, ha assistito a domicilio 335 nuclei familiari ed accolto 238 persone, grazie all’impegno complessivo di più di 50 operatori professionisti e di oltre 300 volontari.
Ed è così che, tassello dopo tassello, l’associazione spera di poter offrire alla cittadinanza, entro l’anno in corso, altre 6 stanze, una palestra polivalente, nuovi ambulatori diurni, ulteriore sostegno psicologico alle famiglie colpite dalla perdita di un caro (progetto Rimanere Insieme).

Proprio per questo, l'edizione 2017 di "Quando ridere fa bene" assume un valore ulteriore: giovedì sera, dalle 20.30, sul palco del Teatro Del Monaco si esibiranno diversi artisti di Zelig: da Katia Follesa e Angelo Pisani che oltre a presentare la serata, intratterranno il pubblico con i loro sketch di vita quotidiana. Poi sarà il turno del “formattore” Enrico Bertolino, dell’istrionico Fausto Solidoro, del cantautore “maledetto” Andrea Di Marco. E ancora i pro e i contro della vita di coppia del duo Nuzzo e Di Biase, la focosa ricerca amorosa di Debora Villa, le parodie di Marta Zoboli e Gianluca De Angelis. Le risate non mancheranno infine con i monologhi di Max Pisu e le acrobazie del clown, giocoliere ed equilibrista Claudio Cremonesi.

L’idea è partita ed è portata avanti fa da Mauro Favretto di Plastigrafica insieme a Saverio Grio e Marino Bortoletto di Autosile, ai commercialisti Alessandro Biasioli e Marco Luciani, al fisioterapista Alessandro Rovere, al Consorzio UniVerso Treviso e grazie anche al supporto di Saturno Brioschi.
I quasi 700 posti a disposizione sono esauriti già da settimane, tanto che, nel prossimo futuro, si sta pensando a dar vita ad un vero e proprio festival della comicità a fini solidali di più giorni.