Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e università coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Di Gregorio: "L'industria 4.0 non può fondarsi sui buoni lavoro"

CAMUSSO: "IL GOVERNO FISSI LA DATA DEI REFERENDUM"

Da Conegliano il monito della segretaria nazionale della Cgil


CONEGLIANO - “Il governo fissi una data per i referendum” E' l'appello lanciato da Conegliano, da Susanna Camusso, segretaria nazionale della Cgil. Un migliaio di quadri e delegati del sindacato provenienti da tutto il Veneto si sono riuniti al Teatro Accademia, per l'attivo dedicato proprio alle consultazioni popolari promosse dall'organizzazione su abolizione dei voucher e responsabilità del committente verso i lavoratori negli appalti.
Camusso ha invitato il governo ha stabilire il calendario, sottolineando come, secondo la Cgil, la soluzione ideale sarebbe accorpare i referendum con le elezioni amministrative. “Ma il governo decida liberamente, noi siamo pronti. Quando non importa, purchè si decida, invece mi pare si continui a rinviare”.
Il governo vorrebbe starebbe studiando una nuova disciplina sui buoni lavoro, per disinnescare la relativa consultazione referendaria: “Si sta muovendo in modo confuso e non trasparente – attacca la segretaria generale -. Dica esplicitamente cosa vuol fare: mi pare si continui a dire “vorrei”, ma non emerge mai una proposta da affidare al Parlamento. Se arrivasse, la valuteremmo. Finora, però, non mi pare di aver sentito nulla che vada nella direzione dei quesiti referendari”.
Anche in Veneto si assiste un sempre più diffuso abuso nel ricorso ai voucher, che, denuncia Elena Di Gregorio, leader della Cgil regionale, va ad aggiungersi cooperative fasulle, appalti al massimo ribasso, fenomeni di vero e proprio caporalato. Aggravando sempre più la precarietà. La segretaria veneta ricorda come con la Regione i sindacati abbiano siglato un protocollo per stabilire precisi paletti riguardo agli appalti esterni nella sanità “che però è rimasto lettera morta”.
E Di Gregorio chiama alla responsabilità anche gli imprenditori veneti: “L'industria 4.0, di cui tanto parlano, non si può fare con i voucher, ma con la qualificazione del lavoro, a cui deve corrispondere anche un'adeguata retribuzione”.

Galleria fotograficaGalleria fotografica