Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/216: LA CINA Č VICINA ANCHE SUL GREEN

A Pechino, lo svedese Bjork supera Otaegui


TREVISO - Ed ecco l’Open di questo Paese fino a ieri tanto lontano da noi, e che oggi, in quanto a Golf e non solo, si sta portando in pole position nel mondo.Il Volvo China Open, torneo dell’European Tour che si avvale dell’organizzazione dell’Asian Tour, si gioca al Topwin...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/215: ALLA MONTECCHIA VA IN SCENA IL BANCA GENERALI INVITATIONAL

Quarta tappa del circuito sponsorizzato dal gruppo bancario


SELVAZZANO DENTRO (PD) - In un ambiente speciale, la gara di golf 18 buche stableford, contrassegnata dall’esclusività e dal prestigio di “Banca Generali Private”. Era la quarta delle sette tappe del “Trofeo di golf area nord est” sponsorizzato da Banca...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/214: IL CHALLENGE AIGG RITORNA IN VENETO

Giornalisti golfisti impegnati a Frassanelle e al Colli Berici


PADOVA/VICENZA - Il Challenge dei Giornalisti Golfisti d’Italia 2018, dopo le giornate romane è arrivato in Veneto, nel padovano e nel vicentino. Abbiamo giocato in due particolarissimi Campi, ambientati in luoghi molto interessanti. Nella prima giornata abbiamo goduto della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Vigili del fuoco al lavoro tutta la notte, risultano vittime, nč feriti

ROGO DEVASTA CENTRO COMMERCIALE AD ODERZO

Distrutti grandi magazzini Unieuro ed Eurobrico


ODERZO - Un terrbile incendio ha devastato il centro commerciale Parco Stella di Oderzo. Completamente distrutti i grandi magazzini Unieuro e Eurobrico. Le fiamme si sono innescate, intorno alle 20 di sabato proprio nel megastore di elettrodomestici e hanno in breve avvolto anche il vicino stabile della catena di articoli per bricolage.
Solo l'intervento dei vigili del fuoco ha impedito che il rogo si propagasse ad altri negozi dell'area commerciale: oltre una con una cinquantina di uomini di squadre da Treviso, Motta di Livenza, Conegliano, Pordenone e Mestre, con il supporto di quatto autoscale e sette autobotti, hanno lavorato per tutta la notte. Le operazioni proseguiranno anche per tutta la giornata di domenica, anhe per la rimozione di detriti e materiale combusto. Ancora in mattinata, tuttavia, era troppo pericoloso pericoloso entrare l'interno dei fabbricati per il pericolo di possibili crolli strutturali.

In serata si erano anche diffuse voci di possibili vittime e feriti, rivelatesi poi fortunatamente infondate: vigili del fuoco, Carabineiri e Sume 188 (a loro volta arrivati sul posto una volta scattato l'allarme) hanno escluso la presenza di persone all'interno degli edifici bruciati, già chiusi quando è scoppiato l'incendio. Gli stessi responsabili delle due strutture commerciali hanno confermato che non manca nessuno tra i dipendenti.

Non ancora chiare le cause dell'immane rogo: il Nucleo Investigativo Antincendio Territoriale dei vigili del fuoco ha iniziato le indagini sulle possibili origini fin dai primi minuti dopo l'allerta, ponendo sotto sequetsro le aree. a per le operazioni di sequestro e per le prime indagini sull'origine dell'incendio. All'opera pure i tecnici dell'Arpav, per stabilire se la combustione possa aver provocato fumi inquinanti.