Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/197: IL RITORNO DI TOGER WOODS

Il campione di nuovo sul green nel "Torneo degli eroi"


NASSAU - Un evento atteso, e da molti auspicato: il fuoriclasse Tiger Woods 41enne di Cypress (California), si rimette in gioco. È sceso in campo dal 30 novembre al 3 dicembre all’Albany Golf Course (par 72) di Nassau, a New Providence sulle isole Bahamas, praticamente a casa sua,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/196: AD ALICANTE LA SFIDA ITALIA - SPAGNA DEI GIORNALISTI

Vincono gli iberici, ma è festa per tutti


ALICANTE (SPA) - Ad Alicante, il match “Periodistas España-Italia”, la tradizionale sfida dei giornalisti spagnoli nostri antagonisti, in un clima di grande amicizia. È il più cordiale e allegro tra gli incontri internazionali che nella stagione vede i giornalisti...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/195: A DUBAI IL GRAN FINALE DELL'EUROPEAN TOUR

Rahm vince il torneo, classifica generale a Fleetwood


DUBAI - Con la disputa del DP World Tour Championship Dubai (16-19 novembre), è terminata al Jumeirah Golf Estates (Par 72), la stagione dell’European Tour cui hanno partecipato i primi sessanta classificati nell’ordine di merito della "Race To Dubai". Unico italiano in gara...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Vigili del fuoco al lavoro tutta la notte, risultano vittime, nè feriti

ROGO DEVASTA CENTRO COMMERCIALE AD ODERZO

Distrutti grandi magazzini Unieuro ed Eurobrico


ODERZO - Un terrbile incendio ha devastato il centro commerciale Parco Stella di Oderzo. Completamente distrutti i grandi magazzini Unieuro e Eurobrico. Le fiamme si sono innescate, intorno alle 20 di sabato proprio nel megastore di elettrodomestici e hanno in breve avvolto anche il vicino stabile della catena di articoli per bricolage.
Solo l'intervento dei vigili del fuoco ha impedito che il rogo si propagasse ad altri negozi dell'area commerciale: oltre una con una cinquantina di uomini di squadre da Treviso, Motta di Livenza, Conegliano, Pordenone e Mestre, con il supporto di quatto autoscale e sette autobotti, hanno lavorato per tutta la notte. Le operazioni proseguiranno anche per tutta la giornata di domenica, anhe per la rimozione di detriti e materiale combusto. Ancora in mattinata, tuttavia, era troppo pericoloso pericoloso entrare l'interno dei fabbricati per il pericolo di possibili crolli strutturali.

In serata si erano anche diffuse voci di possibili vittime e feriti, rivelatesi poi fortunatamente infondate: vigili del fuoco, Carabineiri e Sume 188 (a loro volta arrivati sul posto una volta scattato l'allarme) hanno escluso la presenza di persone all'interno degli edifici bruciati, già chiusi quando è scoppiato l'incendio. Gli stessi responsabili delle due strutture commerciali hanno confermato che non manca nessuno tra i dipendenti.

Non ancora chiare le cause dell'immane rogo: il Nucleo Investigativo Antincendio Territoriale dei vigili del fuoco ha iniziato le indagini sulle possibili origini fin dai primi minuti dopo l'allerta, ponendo sotto sequetsro le aree. a per le operazioni di sequestro e per le prime indagini sull'origine dell'incendio. All'opera pure i tecnici dell'Arpav, per stabilire se la combustione possa aver provocato fumi inquinanti.