Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e università coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Previsti un concerto e la mostra "Il Piave racconta..."

GLI ALPINI PROVANO LA SFILATA A GODEGA SANT'URBANO

Sabato le penne nere apriranno l'Antica Fiera


GODEGA DI SANT'URBANO - Mostra sulla Grande Guerra, concerto e sfilata a Godega di San'Urbano aspettando l'Adunata del Piave.

Nell'ambito della 90esima Adunata Nazionale Alpini sono in calendario numerosi appuntamenti che godono del patrocinio del COA, Comitato Organizzatore Adunata. L'allestimento è a cura delle 4 sezioni ANA di Treviso, Conegliano, Valdobbiadene e Vittorio Veneto.

Programma degli eventi:

venerdì 3 marzo
ore 20.30: concerto del Coro ANA Giulio Badeschi e della fanfara Alpina della Sezione ANA di Conegliano nel palazzetto dello sport in via Liberazione a Pianzano

sabato 4 marzo: Raduno Alpino
ore 9.30 ritrovo nel parcheggio dell'Hotel Ristorante Primavera
ore 10 inizio sfilata
ore 10.15 Alzabandiera e onore ai Caduti nel parco della Rimembranza
ore 10.45 inaugurazione della mostra nel Palaingresso della Fiera, con taglio del nastro e discorsi ufficiali
ore 12.30 rancio Alpino

La mostra fotograficaIl Piave racconta...” sul tema delle ferite della Grande Guerra nel trevigiano si compone di circa 700 fotografie e contiene un nutrito materiale d'epoca.
L'obiettivo consiste nell'illustrare gli ingenti danni causati ai nostri paesi, soprattutto dopo la disfatta di Caporetto nell'autunno del 1917, le vicissitudini subite dai profughi e il significato che per le popolazioni della Sinistra Piave ebbe il ricordo dell'Anno della fame.
Un capitolo significativo è riservato al territorio di Godega. Il Comune, pur non essendo in prima linea del fronte, era un importante nodo logistico e strategico: si trovavano infatti 4 aerocampi austro-tedeschi, con comando a villa Pera di Pianzano dove erano di stanza i migliori piloti nemici quali Brumowski, Fiala e Linke. Proprio dalla base di Godega si alzò il Phonix austriaco con equipaggio Barwig e Kauer che, secondo quanto conservato nel Kriegsarkiv di Vienna, il 19 giugno 1918 abbatté sul Montello lo Spad di Baracca durante la Battaglia del Solstizio. Sempre alla stazione di Pianzano, in quei momenti decisivi per le sorti del conflitto, il 20 giugno giunse l'imperatore Carlo I che tenne un drammatico consiglio di guerra con il generale Wenzel Wurm, comandante dell'Armata del Piave, nel vagone blindato del treno reale. Constatato che l'offensiva austriaca, ultima e disperata, si era infranta contro la strenua difesa dei nostri soldati, Carlo I ordinò il ripiegamento delle teste di ponte inchiodate oltre il Piave. Si decretò di fatto la fine della battaglia del Solstizio, prologo di Vittorio Veneto, della disgregazione dell'Impero delle Due Corone e del completamento dell'unità nazionale.

“In sintesi – spiegano gli alpini – la mostra vuole essere uno spunto per approfondire, uno stimolo per riflettere, un monito per non dimenticare prima che le radici della memoria vengano inaridite dall'inesorabile trascorrere del tempo”.

La mostra è frutto di un'azione sinergica tra il Comune di Godega, il COA, la Sezione ANA di Conegliano, il Gruppo Alpini di Bibano-Godega, il Museo degli Alpini di Conegliano e il Centro studi Cerletti.

L'esposizione si chiude lunedì 6 marzo anche se rimarrà aperta alle scolaresche un'ulteriore settimana e può diventare itinerante.

Sabato 4 marzo in occasione della manifestazione, l'ingresso all'antica fiera è gratuito.