Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/197: IL RITORNO DI TOGER WOODS

Il campione di nuovo sul green nel "Torneo degli eroi"


NASSAU - Un evento atteso, e da molti auspicato: il fuoriclasse Tiger Woods 41enne di Cypress (California), si rimette in gioco. È sceso in campo dal 30 novembre al 3 dicembre all’Albany Golf Course (par 72) di Nassau, a New Providence sulle isole Bahamas, praticamente a casa sua,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/196: AD ALICANTE LA SFIDA ITALIA - SPAGNA DEI GIORNALISTI

Vincono gli iberici, ma è festa per tutti


ALICANTE (SPA) - Ad Alicante, il match “Periodistas España-Italia”, la tradizionale sfida dei giornalisti spagnoli nostri antagonisti, in un clima di grande amicizia. È il più cordiale e allegro tra gli incontri internazionali che nella stagione vede i giornalisti...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/195: A DUBAI IL GRAN FINALE DELL'EUROPEAN TOUR

Rahm vince il torneo, classifica generale a Fleetwood


DUBAI - Con la disputa del DP World Tour Championship Dubai (16-19 novembre), è terminata al Jumeirah Golf Estates (Par 72), la stagione dell’European Tour cui hanno partecipato i primi sessanta classificati nell’ordine di merito della "Race To Dubai". Unico italiano in gara...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'associazione imprenditoriale pronta a valutare una tutela legale

SULLA "CASATA", COLDIRETTI CONTRO FONDAZIONE CASSAMARCA

Il nuovo formaggio di Ca' Spineda troppo simile alla Casatella


TREVISO - "La Casata" fa salire la tensione tra Coldiretti e Fondazione Cassamarca. Casata è il nuovo formaggio a pasta molle realizzato dalla Latteria di Cavaso, nell'ambito del progetto sull'arte casearia promosso da Ca' Spineda, in collaborazione con il Centro Formaggi Veneto. Un prodotto, però, secondo la federazione provinciale dei coltivatori diretti, troppo simile, per nome e caratteristiche alla Casatella Trevigiana dop. “Promuovere e valorizzare i formaggi del Grappa è un progetto lodevole e da sostenere - sottolinea Antonio Maria Ciri, direttore provinciale di Coldiretti -, ma creare un nuovo formaggio definito formagella molto morbida ma con crosta e chiamarla ‘La Casata’ risulta un’iniziativa singolare e incomprensibile se pensiamo che la provincia di Treviso vanta l’unica dop, tra i formaggi a pasta molle, a livello nazionale che si chiama Casatella Trevigiana”.
L’assonanza tra Casatella e Casata è troppo evidente, secondo Coldiretti Treviso, e soprattutto rischia di generare estrema confusione tra i cittadini consumatori. “Ciò che è grave è generare un nuovo progetto che va a scontrarsi con un prodotto protetto di casa nostra che con fatica e sacrifici ha ottenuto la denominazione di origine protetta – continua Ciri - Penso che Fondazione Cassamarca negli anni ha sempre dichiarato di valorizzare il territorio alzando l’asticella culturale delle sue iniziative in giro per il mondo. Trovarla in questa iniziativa mi sorprende perché a livello culturale si va proprio contro le origini di un formaggio come la Casatella Trevigiana che ha dimostrato di avere una storia e un perché…Nel voler creare un nuovo formaggio si poteva benissimo pensare a nomi originali e lontani dalla possibilità di dar vita a brutte copie della nostra Casatella Trevigiana Dop. Potrebbe essere stata una svista o la Fondazione potrebbe essere stata mal consigliata. Basta che quello che è successo non diventi un clamoroso errore e autogol per il patrimonio caseario trevigiano”.
Coldiretti di Treviso non mancherà di chiedere un parere legale sulla tutela della denominazione di origine protetta Casatella Trevigiana.