Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/220: BROOKS KOEPKA FA IL BIS ALL'US OPEN

Il terribile campo di Shinnecock Hills fa strage di big


TREVISO - Risale al 1891 la storia di questo percorso che nasce a 12 buche, alle porte di New York. Seguirono le altre 6 nel 1895, poi subì modifiche nel 1920, per essere completato nel 1931. Oggi il percorso è un par 70 di ben 6.808 metri. Da sempre considerato tra i più...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/219: DAI CONTI CORRENTI AL GREEN, LA SFIDA DEI BANCARI

A Ca' della Nave il torneo tra gli istituti di credito europei


MARTELLAGO - Patrocinato dalla Federazione Italiana Golf, c’è stato, al Circolo del Golf di Cà della Nave, l’incontro di Golf interbancario, tra i dipendenti degli istituti di credito d’Europa, il 17esimo, che ha impegnato il Club ospitante per cinque giornate. Si...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/218: UN GRANDE MOLINARI INFIAMMA L'OPEN D'ITALIA

La vittoria finale, però, va per un colpo al danese Olesen


SOLANO DEL LAGO (BS) - Eccoci arrivati all’Open d’Italia, il tanto atteso appuntamento, il maggiore del Golf italiano. Prologo domenica 27, in piazza Malvezzi e sul lungolago Cesare Battisti a Desenzano, era festa grande a Soiano del Lago: entusiasmo, curiosità, musica e...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Approvato il bilancio; 2 cent di dividendo ad azione

GEOX, RICAVI IN CRESCITA NEL 2016, A QUOTA 900,8 MILIONI

In flessione però utile e redditività del gruppo


MONTEBELLUNA - Geox chiude il 2016 con ricavi in crescita, ma margini in flessione. Il gruppo della "scarpa che respira" ha approvato il bilancio consolidato: il fatturato tocca i 900,8 milioni in aumento del 3% rispetto all'anno precedente. A sostenere la crescita sono soprattutto le vendite nel canale multimarca che registra una crescita del 12% e nel commercio elettronico, in aumento di oltre 30 punti. %. Il portafoglio ordini del canale multimarca per la stagione primavera/estate 2017 è in progresso del 9% con una buona crescita nei principali mercati europei unito a un trend positivo nelle altre aree geografiche.
il risultato operativo lordo (Ebitda), però, si attesta ad 47,6 milioni, pari al 5,3% dei ricavi, rispetto ai 61,8 milioni del 2015. L'utile ammonta a 2 milioni, otto in meno dello scorso bilancio. Un risultato, spiegano dall'azienda, sui cui hanno influito l'andamento del cambio del dollaro e alcuni oneri straordinari legati all'efficientamento della struttura. Il management conferma che per il 2017 sono presvisti oneri per 10 milioni circa, di cui 4,3 dovuti alla buonuscita riconosciuta all'ex amministratore delegato Giorgio Presca, il cui rapporto è stato risolto lo scorso 12 gennaio. Il patron Mario Moretti Polegato è fiducioso: “Per quanto riguarda il canale dei negozi monomarca sta proseguendo, da un lato, la nostra mirata espansione privilegiando i mercati più reattivi come Russia, Est Europa e Cina e, dall’altro, un veloce processo di ottimizzazione della rete di negozi nei mercati maturi che porterà maggiore efficienza nella gestione del retail. L’obiettivo è di privilegiare l’ottenimento di una redditività sostenibile e profittevole rispetto a una strategia di espansione che, in questa fase, è supportata dai risultati del canale multimarca. Sono fiducioso quindi che il nostro Gruppo, seppure in un contesto di incertezza su alcuni mercati, potrà ottenere in questo esercizio risultati positivi, basati su un diverso peso dei canali, con una redditività in linea con le aspettative”. Peggiora la posizione finanziaria, negativa per 35,9 milioni. Il cda proporrà all’assemblea degli azionisti la distribuzione di un dividendo di 2 centesimi per azioni.