Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitā coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Obiettivo, valorizzare il recupero degli ambienti naturali

VENETO PROTAGONISTA DELLA PRIMA GIORNATA DEL PAESAGGIO

Il ministero sceglie progetti su Venezia, Dolomiti e Canal di Brenta


VENEZIA - Il Veneto è protagonista della prima edizione della Giornata Nazionale del Paesaggio del prossimo 14 marzo, istituita dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per promuovere la cultura paesaggistica come valore identitario italiano, con ben tre progetti meritevoli di menzione tematica tra i trentotto premiati sull’intero territorio nazionale: LIFE VIMINE, Dolomiti Contemporanee e Adotta un terrazzamento verranno infatti premiati quel giorno a Roma nel corso di una cerimonia nel Salone Spadolini del Collegio Romano alla presenza del ministro Dario Franceschini.

La commissione, presieduta dal dirigente della Direzione generale archeologia, belle arti e paesaggio del MiBACT Fabio De Chirico e composta da autorevoli personalità del calibro del paesaggista Paolo Pejrone, del direttore del MAXXI Arte Bartolomeo Pietromarchi, del direttore di Radio Tre Marino Sinibaldi, del presidente del Consiglio nazionale dei dottori agronomi e forestali Andrea Sisti, del direttore della Scuola di specializzazione in beni architettonici e paesaggio del Politecnico di Torino Carlo Tosco e dell’economista Pietro Valentino, ha scelto il progetto LIFE VIMINE presentato dal Comune di Venezia per l’alto valore ecologico e di sostenibilità ambientale, il progetto Dolomiti Contemporanee presentato dal Comune di Borca di Cadore per la valorizzazione del paesaggio attraverso l’arte e l’architettura contemporanea e il progetto Adotta un terrazzamento in Canale di Brenta, presentato dall’omonimo comitato, per l’inclusione sociale e il ritorno delle nuove generazioni alla cura del territorio.
L'aula magna del Villaggio Eni a Borca di Cadore
LIFE VIMINE ha realizzato un progetto di conservazione sostenibile delle barene della laguna di Venezia, concentrandosi nell’area a nord delle isole di Burano, Mazzorbo e Torcello dove, tra l’altro sono stati utilizzati rami, pali in legno corde e reti in fibra vegetale per creare fascine saturate con fango poste sulle sponde delle barene per proteggerle dalle onde.

Dolomiti Contemporanee ha rivitalizzato l’ex villaggio ENI di Borca di Cadore, risorto nel 2014 dopo oltre un decennio di abbandono e destinato a divenire un hub creativo grazie all’ospitalità di architetti, designer, artisti e studenti delle Accademie di Belle Arti che vi lavorano costantemente sviluppando progetti, allestimenti e workshop.

Adotta un terrazzamento ha consentito dal 2010 al 2016 il recupero di oltre cento terreni in abbandono sui versanti della Val Brenta, affidandoli in comodato d’uso a scuole, associazioni o singoli coltivatori riportandoli alla frequentazione e destinandoli a nuovi usi – orticultura, apicoltura e land art – per una superficie complessiva di circa 5 ettari
I terrazzamenti in Canal di Brenta
“Una giornata importante, – ha dichiarato il Ministro Franceschini – che coinvolge a pieno il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, voluta per sottolineare al Paese l'importanza del Paesaggio italiano, la necessità di conoscerlo, proteggerlo e valorizzarlo. Tutelare il paesaggio significa difendere il territorio e l'ambiente e promuovere quindi un modello di sviluppo sostenibile, anche attraverso un turismo attento e consapevole della straordinaria varietà che offrono i paesaggi italiani".