Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitÓ coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Intervista al neo presidente di Confartigianato provinciale

UNO STATUTO DEI LAVORI PER TUTELARE GLI AUTONOMI

Il progetto di Vendemiano Sartor, leader degli artigiani


TREVISO - Uno "statuto dei lavori" che dia tutele ai lavoratori autonomi e alle loro famiglie. E' il progetto rilanciato da Vendemiano Sartor, da poco più di un mese presidente di Confartigianato Marca Trevigiana, per riaccendere la voglia di fare impresa. Una voglia - spiega - negli ultimi anni un po' offuscata dalla cris.
Dopo un periodo di forte difficoltà, sottolinea artor, l'artigianato trevigiano manda segnali miglioramento. Il numero complessivo delle imprese, nel 2016, ha subito un ulteriore calo, ma il dato nascoende dinamiche differenti: se le imprese più strutturate reggono e, anzi, crescono, soffrono soprattutto le ditte individuali. Un dato che può riaprire l'annoso dibattito sulla necessità che le piccole imprese si inrandiscano. Per il leader degli artigiani, tuttavia, più delle dimensioni, conta il valore aggiunto che l'impresa apporta alla fliera.
Sul settore pesa anche la crisi delle banche venete e l'annunciata fusione tra Veneto Banca e Popolare di Vicenza rischia di comportare un uletriroe restrizione nel credito. Ad essere più penalizzate già sono le piccole imprese: "Paradossale, perchè il 70% delle sosfferenze è dovuto al 5% dei prestiti, quelli al di sopra di 500mila euro".

Galleria fotograficaGalleria fotografica