Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/177: I GIORNALISTI GOLFISTI SONO SALITI IN MONTAGNA

Ad Asiago, Petersberg e St. Vigil l'"Alps tour" dell'Aigg


TREVISO - Per il secondo anno consecutivo, con l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti ci siamo concessi un trio di gare di montagna su mete belle e impegnative, in Veneto e in Alto Adige: il Golf Asiago nell’altipiano dei Sette Comuni, il Petersberg a Monte San Pietro - Nova...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/176: IN PORTOGALLO IL CAMPIONATO EUROPEO DI GOLF PARALIMPICO

Tra i protagonisti azzurri anche Pietro Andrini di Ca' della Nave


QUINTA DO LAGO - È talvolta impressionante pensare a dove può arrivare l’essere umano con la propria volontà. Persone portatrici di gravissimi handicap, come la cecità, che riescono a praticare determinate discipline sportive, financo lo sci. In questo caso...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/175: PARLA INGLESE L'OPEN DE FRANCE

Tommy Fleetwood vince l'evento Rolex Series di Parigi


PARIGI - È partito il giorno 29 giugno a Guyancourt, al golf National nei pressi di Parigi, il maggior incontro della stagione golfistica 2017, l’evento Rolex Series del Tour europeo “Race to Dubai”, l’HNA Open de France. È una tappa importante del circuito...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Virus pneumococco, non è necessaria la profilassi

BIMBO DI SEI MESI COLPITO DALLA MENINGITE

Domenica sera all'ospedale di Conegliano, trasferito a Padova


CONEGLIANO - La Direzione Sanitaria dell’Azienda Ulss 2 “Marca Trevigiana” comunica che ieri sera è stato ricoverato all’Ospedale di Conegliano un bimbo di sei mesi che si è rivelato - in seguito agli esami di laboratorio - affetto da meningite da pneumococco.
Oggi l’équipe del primario Chiaffoni, non appena avuta conferma dalla Microbiologia di Treviso che si trattava di meningite, ha contattato il Reparto di Pediatria d’Urgenza dell’Ospedale di Padova, dove il piccolo è stato trasferito in elicottero, accompagnato da medico e infermiere del Suem.
Come di prassi, trattandosi di un caso di meningite da pneumococco, non si è resa necessaria l’attivazione di alcuna forma di profilassi per i contatti stretti.
Il bimbo era giunto ieri sera alle 20.45 al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Conegliano, portato dai genitori, residenti nel Coneglianese. Da alcuni giorni aveva febbre, inappetenza e vomito: ieri la febbre è salita e, a quel punto, i genitori hanno deciso di portarlo in ospedale dove è scattato l’immediato ricovero in Pediatria.
“Non appena avuta la conferma della diagnosi di meningite, vista la serietà della situazione – spiega Francesco Benazzi, Direttore Generale dell’Ulss 2 - abbiamo disposto l’immediato trasferimento a Padova. Grazie all’ottima collaborazione sia tra le varie Unità Operative della nostra Ulss che tra la nostra Ulss e la Pediatria d’Urgenza di Padova anche in questo caso siamo riusciti ad avere la diagnosi e garantire il trasferimento in un Centro specializzato di 3° livello nel giro di pochissime ore. La logica delle reti, in sanità, si conferma una scelta vincente, in grado di garantire al paziente le cure più appropriate a seconda del livello di gravità della sua patologia”.