Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/177: I GIORNALISTI GOLFISTI SONO SALITI IN MONTAGNA

Ad Asiago, Petersberg e St. Vigil l'"Alps tour" dell'Aigg


TREVISO - Per il secondo anno consecutivo, con l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti ci siamo concessi un trio di gare di montagna su mete belle e impegnative, in Veneto e in Alto Adige: il Golf Asiago nell’altipiano dei Sette Comuni, il Petersberg a Monte San Pietro - Nova...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/176: IN PORTOGALLO IL CAMPIONATO EUROPEO DI GOLF PARALIMPICO

Tra i protagonisti azzurri anche Pietro Andrini di Ca' della Nave


QUINTA DO LAGO - È talvolta impressionante pensare a dove può arrivare l’essere umano con la propria volontà. Persone portatrici di gravissimi handicap, come la cecità, che riescono a praticare determinate discipline sportive, financo lo sci. In questo caso...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/175: PARLA INGLESE L'OPEN DE FRANCE

Tommy Fleetwood vince l'evento Rolex Series di Parigi


PARIGI - È partito il giorno 29 giugno a Guyancourt, al golf National nei pressi di Parigi, il maggior incontro della stagione golfistica 2017, l’evento Rolex Series del Tour europeo “Race to Dubai”, l’HNA Open de France. È una tappa importante del circuito...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il sindacato rilancia il referendum sul tema in occasione dell'8 marzo

APPALTI, IL NUOVO FRONTE DEL LAVORO PRECARIO AL FEMMINILE

La Cgil Treviso denuncia le condizioni in mense, pulizie, logistiche


TREVISO - Il mondo dei servizi in appalto - dalle pulizie alle mense, dal magazzinaggio alla logistica - rappresenta spesso la nuova zona grigia del lavoro attuale. Un ambito sempre più diffuso anche nella Marca, in cui, però, spesso le condizioni di lavoro sono al limite.
Ad essere occupate in questi settori, sono soprattutto donne: proprio per questo la Cgil di Treviso ha deciso di porre l'attenzione su questo aspetto in occasione della Festa della donna 2017.
Lo fa attraverso le testimonianze di alcune lavoratrici. Le storie raccontano di contratti a tempo determinato, spesso ridotti da un giorno all'altro. Nel campo delle pulizie degli uffici postali, denunciano i sindacati, ci sono addette che hanno contratti di un quarto d'ora al giorno. Nei servizi legati al mondo della scuola, nei mesi estivi le lavoratrici rimangono "sospese", senza compenso e senza neppure la possibilità di accedere ad ammortizzatori sociali, perchè formalmente non licenziate, in attesa di riprendere l'attività a settembre successivo.
La retribuzione media oraria - conferma Nadia Carniato, segretaria provinciale della Filcams Cgil - si aggira intorno ai 7 euro all'ora lordi (da cui, dunque va detratto quasi un terzo tra tasse e contributi), che possono scendere anche a 4-5 per i soci lavoratori delle cooperative.
Il fenomeno è comunque in crescita, per effetto della cosiddetta "terziarizzazione", ovvero l'affidamento di alcuni servizi ad una ditta esterna, che lavora nello stabilimento o nei locali delll'azienda committente, ma non ha nessun legame con quest'ultima. "Una soluzione - ribadisce Carniato - per limitare i costi ed anche le responsabilità nei confronti dei lavoratori".
Molto complesso persino fare una stima attendibile degli addetti: "Ci sono picchi molto forti legati alla stagionalità, con variazioni anche di un centinaio di addetti in periodi come Natale - sottolinea Samantha Gallo, segretaria della Filt Cgil -. Le stesse aziende committenti, alle volte, non sanno di preciso quante persone lavorano all'interno della loro fabbrica".