Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/177: I GIORNALISTI GOLFISTI SONO SALITI IN MONTAGNA

Ad Asiago, Petersberg e St. Vigil l'"Alps tour" dell'Aigg


TREVISO - Per il secondo anno consecutivo, con l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti ci siamo concessi un trio di gare di montagna su mete belle e impegnative, in Veneto e in Alto Adige: il Golf Asiago nell’altipiano dei Sette Comuni, il Petersberg a Monte San Pietro - Nova...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/176: IN PORTOGALLO IL CAMPIONATO EUROPEO DI GOLF PARALIMPICO

Tra i protagonisti azzurri anche Pietro Andrini di Ca' della Nave


QUINTA DO LAGO - È talvolta impressionante pensare a dove può arrivare l’essere umano con la propria volontà. Persone portatrici di gravissimi handicap, come la cecità, che riescono a praticare determinate discipline sportive, financo lo sci. In questo caso...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/175: PARLA INGLESE L'OPEN DE FRANCE

Tommy Fleetwood vince l'evento Rolex Series di Parigi


PARIGI - È partito il giorno 29 giugno a Guyancourt, al golf National nei pressi di Parigi, il maggior incontro della stagione golfistica 2017, l’evento Rolex Series del Tour europeo “Race to Dubai”, l’HNA Open de France. È una tappa importante del circuito...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Produzione raddoppiata e secondo operatore italiano del comparto

FASSA BORTOLO, CRESCE NEL BUSINESS DELLA CALCE

Acquisite la Barattoni di Schio e la Vilca di Villaga


SPRESIANO - Fassa Bortolo cresce nel settore della calce. Il gruppo di Spresiano mette a segno l'acquisizione di due aziende: la Calce Barattoni di schio e  la Vilca di Villaga, in provincia di Vicenza. Nel primo caso è già stato completato l'acquisto di una maggioranza di controllo del 79,79% delle quote. La seconda impresa è in concordato, ma l'acquisizione da parte dell'industria trevigiana pare ormai cosa fatta, si attende solo il via libera dell'assemblea dei creditori del prossimo aprile. L'investimento complessivo si aggira sui 40 milioni di euro, a cui se ne aggiungerà un'altra quindicina per ammodernare gli impianti, in partioclare per convertirli da carbone a scarti di legno. Confermati anche i circa cinquanta dipendenti totali, anzi sono previste anche alcune assunzioni.
Fassa Bortolo ai due suoi stabilimenti per la produzione di calce già attivi (nel quartier generale di Spresiano e a Montichiari) aggiunge così altri tre siti produttivi (la Vilca dispone anche di una struttura anche a Ceraino, in provincia di Verona): "In questo modo potremo rispondere meglio alle richieste di diverse qualità di prodotto da parte dei clienti - spiega il presidente Paolo Fassa -, e potremo rafforzare il nostro ruolo di secondo produttore italiano in questo comparto". La produzione, infatti, salirà dalle attuali 1.300 tonnellate al giorno a circa 2.500.
Oggi la calce rappresenta poco più del 5% del business complessivo del gruppo, specializzato nei vari prodotti per l'edilizia. "Ma continua ad avere un sono mercato e soprattutto la produzione si sta concentrando in pochi operatori", sottolinea l'imprenditore di Spresiano.
La produzione, un tempo destinata quasi esclusivamente all'edilizia, oggi trova impiego per il 60% nella siderurgia e per un altro 37-38% nell'industria chimica e della depurazione dei fumi e delle acque.
Fassa Bortolo, che ha chiuso il 2016 con un fatturato di 330 milioni, in aumento del 5%, conta, senza le ultime acquisizioni, 13 stabilimenti in tutto il mondo e 1.300 collaboratori.