Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/177: I GIORNALISTI GOLFISTI SONO SALITI IN MONTAGNA

Ad Asiago, Petersberg e St. Vigil l'"Alps tour" dell'Aigg


TREVISO - Per il secondo anno consecutivo, con l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti ci siamo concessi un trio di gare di montagna su mete belle e impegnative, in Veneto e in Alto Adige: il Golf Asiago nell’altipiano dei Sette Comuni, il Petersberg a Monte San Pietro - Nova...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/176: IN PORTOGALLO IL CAMPIONATO EUROPEO DI GOLF PARALIMPICO

Tra i protagonisti azzurri anche Pietro Andrini di Ca' della Nave


QUINTA DO LAGO - È talvolta impressionante pensare a dove può arrivare l’essere umano con la propria volontà. Persone portatrici di gravissimi handicap, come la cecità, che riescono a praticare determinate discipline sportive, financo lo sci. In questo caso...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/175: PARLA INGLESE L'OPEN DE FRANCE

Tommy Fleetwood vince l'evento Rolex Series di Parigi


PARIGI - È partito il giorno 29 giugno a Guyancourt, al golf National nei pressi di Parigi, il maggior incontro della stagione golfistica 2017, l’evento Rolex Series del Tour europeo “Race to Dubai”, l’HNA Open de France. È una tappa importante del circuito...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Arrestato anche il suo "fornitore" dominicano: aveva 2mila euro

INCENSURATI, IN CASA AVEVANO 2,3 CHILI DI MARIJUANA

Bloccato domenica dalla Polizia un 38enne in via Callalta


TREVISO - Incensurati, ma con in casa ingenti quantità di marijuana, denaro e tutta l'attrezzatura da far presupporre un vero e proprio giro di spaccio.
Due giovani sono stati arrestati domenica dalle Polizia di Treviso. Il primo trevigiano, un 38enne è stato bloccato mentre, intorno a mezzogiorno, con l'auto usciva da un parcheggio in via Callalta, abituale zona di smercio di stupefacenti. Il suo palese tentativo di fuga, alla vista della Volante, ha insospettito gli agenti. Fermato, nell'auto è stato trovato un piccolo quantitativo di droga, che il 38enne ha dichiarato essere per uso personale. Nella sua nella sua abitazione, in città, tuttavia, suddivisi in pacchi ben nascosti nelle varie stanze, i poliziotti hanno recuperato 2,3 kg di "erba".
Messo alle strette l'uomo ha rivelato il nome del suo fornitore: un 23enne dominicano residente a Povegliano. La perquisizione nella casa di quest'ultimo, a sua volta senza precedenti, ha portato a scoprire un'altra trentina di grammi di droga, ma soprattutto bilancini di precisione, telefoni cellulari, lampade per far crescere le piante di marijuana e circa duemila euro in banconote di medio e piccolo taglio. Tutti indizi di una possibile attività di spaccio su più larga scala: toccherà ora alle indagini, già avviate con il coordinamento della Procura, stabilirne portata e soggetti coinvolti. I due giovani sono ora agli arresti in attesa dell'udienza di convalida.
L'azione, come sottolinea anche Massimo Olivotto, dirigente della Squadra Volanti della Questura di Treviso, è il frutto del continuo e attento controllo del territorio da parte della Polizia di Stato.