Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitÓ coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ad aprile aprirÓ il nuovo museo dedicato alla raccolta di manifesti

LE IMPRESE TREVIGIANE MECENATI DELLA COLLEZIONE SALCE

Unindustria promuove un incontro per il sostegno con l'art bonus


TREVISO - Nel prossimo mese di aprile Treviso avrà il suo primo Museo Nazionale con l’inaugurazione della sede espositiva dedicata alla Collezione Salce, la raccolta di oltre 25mila manifesti messa insieme tra la fine dell'800 e gli anni '60 del secolo scorso da Ferdinando Salce e, alla sua morte, donata alla città. Un patrimonio culturale di assoluto valore che finalmente potrà disporre di un'adeguata struttura, per la conservazione e la fruizione pubblica. Ma è anche un'opportunità che Unindustria Treviso promuove tra le imprese per valorizzare il loro ruolo sociale e la crescente attenzione alla crescita culturale della comunità.
Per questo, venerdì prossimo alle 17,30 a Palazzo Giacomell, l'associazione organizza un incontro proprio al nuovo museo: oltre alla presentazione della collezione e del nuovo spazio espositivo, verrà illustrato anche la possibilità di sostenerne le attività attraverso l'Art Bonus, meccanismo che prevede agevolazioni fiscali per gli investimenti a favore del patrimonio culturale. 
L'appuntamento è aperto alla cittadinanza: dopo i saluti di Maria Cristina Piovesana e del sindaco Giovanni Manildo, interverranno Ugo Soragni, direttore generale Musei al Ministero dei beni culturali (con una relazione su Il nuovo sistema museale e l’Art bonus), Daniele Ferrara, direttore del Polo Museale del Veneto e Marta Mazza, Direttrice del Museo nazionale Collezione Salce. Seguiranno le testimonianze di collaborazioni virtuose tra pubblico e privato nell’investimento culturale, con Denise Archiutti, di Veneta Cucine, David Moro, presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti di Treviso, ed Ernesto Riva, di Unifarco. Conduce i lavori Alessandro Russello, Direttore del Corriere del Veneto.
“La Collezione Salce – dichiara Maria Cristina Piovesana - , per la sua natura di irripetibile raccolta di più di 25mila manifesti, molti dei quali prodotti da imprese, può diventare anche una fonte di collaborazioni ai fini della visibilità aziendale attraverso la relazione con questa nuova istituzione museale. Già diverse aziende del territorio hanno confermato l’impegno a sostenere questa nuova istituzione con l’Art bonus. L’investimento in cultura, e in generale al bene comune in molteplici accezioni, è da sempre presente nelle imprese trevigiane e ora trova nuovi strumenti, come l’art bonus, che ne incentivano l’adozione e ne valorizzano l’utilizzo per far comprendere visibilmente il ruolo di ‘infrastruttura sociale’ che sempre più imprese sentono di ricoprire, tra i propri collaboratori e nella società”.
Nel corso dell’incontro sarà proiettata l'anteprima del video “Dietro le quinte: la vita dei manifesti della collezione Salce” a cura del Gruppo di ricerca Design e Museologia, Università Iuav di Venezia.