Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/177: I GIORNALISTI GOLFISTI SONO SALITI IN MONTAGNA

Ad Asiago, Petersberg e St. Vigil l'"Alps tour" dell'Aigg


TREVISO - Per il secondo anno consecutivo, con l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti ci siamo concessi un trio di gare di montagna su mete belle e impegnative, in Veneto e in Alto Adige: il Golf Asiago nell’altipiano dei Sette Comuni, il Petersberg a Monte San Pietro - Nova...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/176: IN PORTOGALLO IL CAMPIONATO EUROPEO DI GOLF PARALIMPICO

Tra i protagonisti azzurri anche Pietro Andrini di Ca' della Nave


QUINTA DO LAGO - È talvolta impressionante pensare a dove può arrivare l’essere umano con la propria volontà. Persone portatrici di gravissimi handicap, come la cecità, che riescono a praticare determinate discipline sportive, financo lo sci. In questo caso...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/175: PARLA INGLESE L'OPEN DE FRANCE

Tommy Fleetwood vince l'evento Rolex Series di Parigi


PARIGI - È partito il giorno 29 giugno a Guyancourt, al golf National nei pressi di Parigi, il maggior incontro della stagione golfistica 2017, l’evento Rolex Series del Tour europeo “Race to Dubai”, l’HNA Open de France. È una tappa importante del circuito...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Aveva imbottito di esplosivo l'auto di un connazionale, nella sua 111 kg di cannabis

TENTA DI FAR SALTARE IN ARIA IL RIVALE, ARRESTATO ALL'AEROPORTO

Ricercato albanese bloccato al Canova


TREVISO - Pochi mesi fa ha tentato di far saltare in aria un uomo e gestiva un traffico di droga di notevoli proporzioni. Nonostante la giovane età, ha un curriculum criminale di tutto rispetto, il 23enne albanese arrestato sabato scorso all'aeroporto Canova di Treviso. Il giovane era appena sbarcato dal volo proveniente da Skopje, in Macedonia. Durante i controlli, la polizia di frontiera dello scalo trevigiano ha scoperto che sulla sua testa pendeva un mandato di cattura internazionale, emesso dal Tribunale di Kruje, nel suo paese natale. Lo scorso settembre, infatti, a Durres il 23enne aveva cercato di eliminare un connazionale imbottendo di esplosivo l'auto su cui questi viaggiava. La sua vettura, invece, era piena di ben altro materiale: fermato due giorni prima dello scorso Natale da una pattuglia della polizia albanese, aveva abbandonato la macchina fuggendo a piedi. All'interno dell'auto trasportava poco meno di 111 chilogrammi di cannabis.
Tra le accuse nei suoi confronti anche rapina e danneggiamento. Forse proprio perchè il clima al di là dell'Adriatico si era fatto per lui piuttosto teso, stava cercando di entrare in Italia, per far perdere le proprie tracce o magari proseguire verso altri paesi europei. Ma è stato bloccato ed ora si trova nel carcere di Santa Bona, a disposizione della magistratura.