Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/197: IL RITORNO DI TOGER WOODS

Il campione di nuovo sul green nel "Torneo degli eroi"


NASSAU - Un evento atteso, e da molti auspicato: il fuoriclasse Tiger Woods 41enne di Cypress (California), si rimette in gioco. È sceso in campo dal 30 novembre al 3 dicembre all’Albany Golf Course (par 72) di Nassau, a New Providence sulle isole Bahamas, praticamente a casa sua,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/196: AD ALICANTE LA SFIDA ITALIA - SPAGNA DEI GIORNALISTI

Vincono gli iberici, ma č festa per tutti


ALICANTE (SPA) - Ad Alicante, il match “Periodistas España-Italia”, la tradizionale sfida dei giornalisti spagnoli nostri antagonisti, in un clima di grande amicizia. È il più cordiale e allegro tra gli incontri internazionali che nella stagione vede i giornalisti...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/195: A DUBAI IL GRAN FINALE DELL'EUROPEAN TOUR

Rahm vince il torneo, classifica generale a Fleetwood


DUBAI - Con la disputa del DP World Tour Championship Dubai (16-19 novembre), è terminata al Jumeirah Golf Estates (Par 72), la stagione dell’European Tour cui hanno partecipato i primi sessanta classificati nell’ordine di merito della "Race To Dubai". Unico italiano in gara...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Il credito cooperativo alla vigilia della scelta tra i due poli nazionali

"RIFORMA BCC OPPORTUNITĄ STORICA, CON ICCREA MAGGIORE SOLIDITĄ"

Intervista a Gianni Barison, direttore generale di Banca Patavina


PIOVE DI SACCO  - L'intero sistema bancario nazionale sta attraversando una delicata fase di trasformazione e anche il mondo del credito cooperativo si appresta a vivere una significativa riforma: le 317 bcc italiane (ma il numero potrebbe variare per diverse fusioni in cantiere), in particolare, dovranno aderire ad un gruppo bancario nazionale. Ad oggi si sono costituiti due poli poli principali  Iccrea Banca, con sede a Roma, che già svolgeva le funzioni di banca di secondo livello per molte coop di credito, e Cassa centrale banca, con base a Trento. Un tema che, naturalmente, tocca anche le bcc del Nordest.
Questo processo di aggregazione è volto a garantire requisiti patrimoniali più solidi alle diverse realtà aderenti e a sfruttare economie di scala in alcuni servizi, come ad esempio la gestione del sistema informatico. Ma le bcc manterranno l'autonomia e il radicamento territoriale, da sempre loro punto di forza? Cambierà qualcosa, in concreto, per i loro soci e clienti? Facciamo il punto della situazione con Gianni Barison, direttore generale di Banca Patavina, istituto nato alla fine dello scorso anno dalla fusione tra Bcc di Piove di Sacco e Bcc di Sant'Elena di Este, che ha scelto l'adesione al gruppo Iccrea.