Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/177: I GIORNALISTI GOLFISTI SONO SALITI IN MONTAGNA

Ad Asiago, Petersberg e St. Vigil l'"Alps tour" dell'Aigg


TREVISO - Per il secondo anno consecutivo, con l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti ci siamo concessi un trio di gare di montagna su mete belle e impegnative, in Veneto e in Alto Adige: il Golf Asiago nell’altipiano dei Sette Comuni, il Petersberg a Monte San Pietro - Nova...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/176: IN PORTOGALLO IL CAMPIONATO EUROPEO DI GOLF PARALIMPICO

Tra i protagonisti azzurri anche Pietro Andrini di Ca' della Nave


QUINTA DO LAGO - È talvolta impressionante pensare a dove può arrivare l’essere umano con la propria volontà. Persone portatrici di gravissimi handicap, come la cecità, che riescono a praticare determinate discipline sportive, financo lo sci. In questo caso...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/175: PARLA INGLESE L'OPEN DE FRANCE

Tommy Fleetwood vince l'evento Rolex Series di Parigi


PARIGI - È partito il giorno 29 giugno a Guyancourt, al golf National nei pressi di Parigi, il maggior incontro della stagione golfistica 2017, l’evento Rolex Series del Tour europeo “Race to Dubai”, l’HNA Open de France. È una tappa importante del circuito...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Il credito cooperativo alla vigilia della scelta tra i due poli nazionali

"RIFORMA BCC OPPORTUNITÀ STORICA, CON ICCREA MAGGIORE SOLIDITÀ"

Intervista a Gianni Barison, direttore generale di Banca Patavina


PIOVE DI SACCO  - L'intero sistema bancario nazionale sta attraversando una delicata fase di trasformazione e anche il mondo del credito cooperativo si appresta a vivere una significativa riforma: le 317 bcc italiane (ma il numero potrebbe variare per diverse fusioni in cantiere), in particolare, dovranno aderire ad un gruppo bancario nazionale. Ad oggi si sono costituiti due poli poli principali  Iccrea Banca, con sede a Roma, che già svolgeva le funzioni di banca di secondo livello per molte coop di credito, e Cassa centrale banca, con base a Trento. Un tema che, naturalmente, tocca anche le bcc del Nordest.
Questo processo di aggregazione è volto a garantire requisiti patrimoniali più solidi alle diverse realtà aderenti e a sfruttare economie di scala in alcuni servizi, come ad esempio la gestione del sistema informatico. Ma le bcc manterranno l'autonomia e il radicamento territoriale, da sempre loro punto di forza? Cambierà qualcosa, in concreto, per i loro soci e clienti? Facciamo il punto della situazione con Gianni Barison, direttore generale di Banca Patavina, istituto nato alla fine dello scorso anno dalla fusione tra Bcc di Piove di Sacco e Bcc di Sant'Elena di Este, che ha scelto l'adesione al gruppo Iccrea.