Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitÓ coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Proposto un dividendo di 18 cent per azione

ASCOPIAVE, L'UTILE CRESCE IN DOPPIA CIFRA NEL 2016

Il gruppo di Pieve di Soligo chiude il bilancio di esercizio


PIEVE DI SOLIGO - Ascopiave chiude il 2016 con indicatori in crescita in doppia cifra in tutte le principali voci di bilancio. L'utile netto sale a 56,9 milioni, il 25% in più rispetto ai 45,4 del precedente esercizio. In aumento anche il margine operativo lordo che passa dagli 81 milioni del 2015 ai 95,3 attuali e il risultato operativo salito a 72,1 milioni, a fronte dei 57 di un anno fa.
Fa eccezione il fatturato, a 497,7 milioni, in contrazione rispetto 581,7 registrati nel 2015. Il calo, spiegano dal gruppo di Pieve di Soligo, è determinato in prevalenza dalla riduzione dei ricavi da vendite di gas naturale (meno 93,2 milioni di euro), dovuta principalmente alla flessione dei prezzi unitari di vendita nonché ai minori volumi di gas venduti.
“Il gruppo ha prodotto per l’anno 2016 risultati record, migliori di sempre sul versante della redditività – commenta il presidente Fulvio Zugno -. Anche in questo triennio che ci apprestiamo a chiudere, i dati economici, finanziari e patrimoniali testimoniano l’impegno nel presidio tecnico ed organizzativo dei processi e nell’ottimizzazione delle politiche di sviluppo dei business della distribuzione gas e della vendita di gas e di energia elettrica”.
“Le attività di razionalizzazione ed innovazione tecnologica ed organizzativa dei processi hanno prodotto un consistente incremento dei margini, in sinergia con una gestione finanziaria e patrimoniale accorta, che ha portato ad un ulteriore miglioramento dell’esposizione finanziaria di gruppo – aggiunge il direttore generale Roberto Gumirato -. Il potenziamento delle competenze strategiche nei diversi business ed una politica di investimento mirata hanno inoltre permesso di introdurre ulteriori elementi di sostegno allo sviluppo dei business nel lungo periodo, per facilitare l’integrazione organizzativa nella crescita per linee esterne, per definire strutture e sistemi adeguati alla gestione delle sfide derivanti dalle prossime gare d’ambito per l’affidamento del servizio di distribuzione e per ottimizzare le politiche commerciali e di approvvigionamento”.
Alla luce di queste performance, il cda ha proposto di distribuire un dividendo di 18 centesimi per azione. La proposta dovrà ora essere approvata dall'assemblea dei soci, convocata per il prossimo 27 aprile. Gli azionisti dovranno anche eleggere il nuovo consiglio di amministrazione, nonché l'aumento del numero dei suoi componenti da cinque a sei.

Galleria fotograficaGalleria fotografica