Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitÓ coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sperimentati proprio nella Marca nel 2008 per la vendemmia

APPELLO COLDIRETTI: "I VOUCHER IN AGRICOLTURA VANNO SALVATI"

Per l'associazione l'abrogazione aumenterebbe il nero


TREVISO - “L’abrogazione dei voucher favorisce il sommerso in agricoltura dove i buoni lavoro sono nati e non si sono verificati gli abusi degli altri settori, anche perché nelle campagne i beneficiari possono essere soltanto pensionati e giovani studenti, tra l'altro impiegati esclusivamente in attività stagionali”. Walter Feltrin, presidente di Coldiretti treviso commenta con queste parole la fissazione da parte del Consiglio dei Ministri della data del referendum sulle disposizioni relative al lavoro accessorio, che si svolgerà domenica 28 maggio 2017. “Vorrei ricordare che la provincia di Treviso è stata la prima provincia in Italia in cui si è sperimentato l’utilizzo dei voucher in agricoltura dimostrandosi un ottimo strumento per il settore” aggiunge Antonio Maria Ciri, direttore di Coldiretti Treviso.
Nella Marca, nel 2016, sono stati staccati 237.249 buoni lavoro per attività agricole, più di ogni altra provincia veneta. Un trend confermato anche nei primi mesi del 2017: tra gennaio e febbraio, sono stati venduti 8.762 ticket.
Su 75 milioni di voucher usati nei primi sei mesi del 2016 appena 765mila (l'1,09%) sono stati impiegati nelle campagne dove sono stati introdotti inizialmente per la vendemmia nel 2008. “Da allora – continua Feltrin - il sistema dei voucher ha consentito nel tempo di coniugare gli interessi dell’impresa agricola, per il suo basso livello di burocrazia, con quelli di pensionati, studenti e disoccupati per le opportunità di integrazione al reddito nel rispetto della legalità. Uno strumento che è stato anche in grado di avvicinare al mondo dell’agricoltura giovani studenti e di mantenere attivi molti anziani pensionati”.
I voucher vanno quindi salvati e nemmeno ulteriormente burocratizzati in agricoltura dove sono nati e rappresentano un valido contributo all’emersione del lavoro sommerso come dimostra anche l’aumento dell’1,6% delle ore lavorate nel quarto trimestre del 2016 rispetto all’anno precedente, secondo l’Istat.