Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/216: LA CINA ╚ VICINA ANCHE SUL GREEN

A Pechino, lo svedese Bjork supera Otaegui


TREVISO - Ed ecco l’Open di questo Paese fino a ieri tanto lontano da noi, e che oggi, in quanto a Golf e non solo, si sta portando in pole position nel mondo.Il Volvo China Open, torneo dell’European Tour che si avvale dell’organizzazione dell’Asian Tour, si gioca al Topwin...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/215: ALLA MONTECCHIA VA IN SCENA IL BANCA GENERALI INVITATIONAL

Quarta tappa del circuito sponsorizzato dal gruppo bancario


SELVAZZANO DENTRO (PD) - In un ambiente speciale, la gara di golf 18 buche stableford, contrassegnata dall’esclusività e dal prestigio di “Banca Generali Private”. Era la quarta delle sette tappe del “Trofeo di golf area nord est” sponsorizzato da Banca...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/214: IL CHALLENGE AIGG RITORNA IN VENETO

Giornalisti golfisti impegnati a Frassanelle e al Colli Berici


PADOVA/VICENZA - Il Challenge dei Giornalisti Golfisti d’Italia 2018, dopo le giornate romane è arrivato in Veneto, nel padovano e nel vicentino. Abbiamo giocato in due particolarissimi Campi, ambientati in luoghi molto interessanti. Nella prima giornata abbiamo goduto della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, notato da una ragazza in bici, tra le cause forse un malore

CADAVERE TROVATO NEL FOSSO DI VILLA MARGHERITA

Stefano Toninato, 52 anni, era riverso nell'acqua


TREVISO - Un uomo è stato trovato senza vita stamattina nel fosso davanti a villa Manfrin: il cadavere è quello di un trevigiano di 52 anni, Stefano ToninatoCadavere di un uomo ritrovato in un fossato di Villa Margherita: si indaga per omicidio
. A notare il corpo, una giovane che, intorno alle 8, stava percorrendo viale Fellissent in bicicletta. La ragazza ha dato l'allarme, rivolgendosi ai carabinieri della Divisione Unità Mobili, di stanza nell'edificio di fronte alla villa. Questi hanno poi, a loro volta, allertato la Polizia. Sul posto sono giunti anche i Vigili del fuoco e il pubblico ministero di turno.

L'uomo era semisommerso nel piccolo corso d'acqua, incastrato sotto un ponticello e con il volto riverso nella corrente. Non aveva con sè documenti. Subito sono scattate le indagini per determinare, oltre alla sua identità, anche le cause del decesso. Tra le varie possibilità, il fatto che sia rimasto vittima di un malore e sia caduto nel fosso, annegando. Meno probabile che sia stato investito mentre camminava a bordo strada, venendo scaraventato nella canaletta: i primi rilievi, infatti, secondo quanto comunicato dalla Questura non hanno evidenziato elementi che facciano sospettare una morte violenta. Nessuna ipotesi, comunque, viene esclusa e lo stesso magistrato ha aperto un fascicolo per omicidio, disponendo l'autopsia per i prossimi giorni.