Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/177: I GIORNALISTI GOLFISTI SONO SALITI IN MONTAGNA

Ad Asiago, Petersberg e St. Vigil l'"Alps tour" dell'Aigg


TREVISO - Per il secondo anno consecutivo, con l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti ci siamo concessi un trio di gare di montagna su mete belle e impegnative, in Veneto e in Alto Adige: il Golf Asiago nell’altipiano dei Sette Comuni, il Petersberg a Monte San Pietro - Nova...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/176: IN PORTOGALLO IL CAMPIONATO EUROPEO DI GOLF PARALIMPICO

Tra i protagonisti azzurri anche Pietro Andrini di Ca' della Nave


QUINTA DO LAGO - È talvolta impressionante pensare a dove può arrivare l’essere umano con la propria volontà. Persone portatrici di gravissimi handicap, come la cecità, che riescono a praticare determinate discipline sportive, financo lo sci. In questo caso...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/175: PARLA INGLESE L'OPEN DE FRANCE

Tommy Fleetwood vince l'evento Rolex Series di Parigi


PARIGI - È partito il giorno 29 giugno a Guyancourt, al golf National nei pressi di Parigi, il maggior incontro della stagione golfistica 2017, l’evento Rolex Series del Tour europeo “Race to Dubai”, l’HNA Open de France. È una tappa importante del circuito...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, notato da una ragazza in bici, tra le cause forse un malore

CADAVERE TROVATO NEL FOSSO DI VILLA MARGHERITA

Stefano Toninato, 52 anni, era riverso nell'acqua


TREVISO - Un uomo è stato trovato senza vita stamattina nel fosso davanti a villa Manfrin: il cadavere è quello di un trevigiano di 52 anni, Stefano ToninatoCadavere di un uomo ritrovato in un fossato di Villa Margherita: si indaga per omicidio
. A notare il corpo, una giovane che, intorno alle 8, stava percorrendo viale Fellissent in bicicletta. La ragazza ha dato l'allarme, rivolgendosi ai carabinieri della Divisione Unità Mobili, di stanza nell'edificio di fronte alla villa. Questi hanno poi, a loro volta, allertato la Polizia. Sul posto sono giunti anche i Vigili del fuoco e il pubblico ministero di turno.

L'uomo era semisommerso nel piccolo corso d'acqua, incastrato sotto un ponticello e con il volto riverso nella corrente. Non aveva con sè documenti. Subito sono scattate le indagini per determinare, oltre alla sua identità, anche le cause del decesso. Tra le varie possibilità, il fatto che sia rimasto vittima di un malore e sia caduto nel fosso, annegando. Meno probabile che sia stato investito mentre camminava a bordo strada, venendo scaraventato nella canaletta: i primi rilievi, infatti, secondo quanto comunicato dalla Questura non hanno evidenziato elementi che facciano sospettare una morte violenta. Nessuna ipotesi, comunque, viene esclusa e lo stesso magistrato ha aperto un fascicolo per omicidio, disponendo l'autopsia per i prossimi giorni.