Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/165: TWENTY DOUBLE CUP, LA RYDER VENETA

Tra sport e goliardia, i "Rossi" si aggiudicano la seconda edizione della gara


VENEZIA - Una competizione speciale, festosa, trascinante! Due gruppi di amici, abituati a sfottersi goliardicamente quando giocano a Golf, dopo una partita a Jesolo lo scorso anno, hanno avuto l’idea di provar a cimentarsi in gara a squadre, al fine che le rispettive derisioni trovassero...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/164: THE MASTERS , SERGIO GARCIA ╚ IL MIGLIORE DEI "MAESTRI"

Nel prestigioso major di Augusta, primo trionfo dello spagnolo


AUGUSTA (USA) - Siamo al primo dei quattro tornei stagionali di maggior spicco nella stagione golfistica maschile: i 4 Majors. Il Masters è torneo dal fascino antico, il più rilevante; dal 6 al 9 aprile se ne gioca l’edizione 81, sulle consuete 72 buche. È infatti l'unico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/163: IL CHALLENGE AIGG DIAVOLINA 2017 PRENDE IL VIA DAL MARCO SIMONE

L'ospitalitÓ di Laura Biagiotti e della figlia Lavinia per l'esordio del circuito dei giornalisti golfisti


ROMA - Come ogni anno, ha tappe importanti il challenge AIGG Diavolina. Questa laziale ne è il debutto, nella consueta due giorni romana, sicuramente considerevole. Oggi siamo al “Marco Simone” a Roma, proseguirà domani al “Terre dei Consoli” nel viterbese, per successivamente far tappa al “Bologna” e a “Le Fonti” in Emilia Romagna, a “Punta Ala” e “Terme di Saturnia” in Toscana, a “Cà della Nave” e “Montecchia” in Veneto, al “Colline del Gavi” e “Villa Carolina” in Piemonte, e a “Bergamo” e “Villa d’Este” in Lombardia. Oltre a questo giro d’Italia, c’è l’Alpen Cup in tre tappe nei GC di Asiago,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il consigliere Acampora: "Deviare i mezzi pesanti"

BUS E CAMION A TUTTA VELOCIT└, SI CREPANO I MURI DI CASA

La protesta dei residenti di Strada S. Pelajo: "Terremoto continuo"


TREVISO - Rumore, inquinamento e, soprattutto, crepe in tutta la casa. Il continuo passaggio di autobus, mezzi pesanti e automobili ad alta velocità lungo via sta provocando danni alle abitazioni di Strada San Pelajo.
I residenti denunciano come la via della prima periferia trevigiana sia diventata una pista automobilistica, in cui il limite di velocità di 30 chilometri all'ora viene costantemente e largamente ignorato.
La situazione, secondo gli abitanti, è peggiorata negli ultimi mesi, dopo i recenti lavori di rifacimento delle condotte fognarie: gli scavi e i successivi rattoppi all'asfalto hanno lasciato al il manto stradale dissestato, aumentando le vibrazioni. Tanto che piatti e bottiglie sul tavolo tremano al passaggio dei frequenti camion.
In passato sono state già effettuate raccolte firme e i residenti si sono rivolti a Polizia Locale e Mom per chiedere misure per limitare la velocità dei veicoli, ma - ribadisce Peruzza - senza nessun esito concreto.
Davide Acampora, consigliere comunale di Fratelli d'Italia, sollecita una soluzione per risolvere alla radice il problema: "Questa strada non è adeguata a sopportare l'attuale mole di traffico, aumentata a dismisura negli ultimi decenni - sottolinea -. Oltre alla sistemazione dell'asfalto, il flusso di mezzi pesanti deve essere deviato altrove".
Un appello al sindaco Giovanni Manildo e all'assessore ai Lavori pubblici Ofelio Michielan a cui si aggiungono anche i residenti.