Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il consigliere Acampora: "Deviare i mezzi pesanti"

BUS E CAMION A TUTTA VELOCITĄ, SI CREPANO I MURI DI CASA

La protesta dei residenti di Strada S. Pelajo: "Terremoto continuo"


TREVISO - Rumore, inquinamento e, soprattutto, crepe in tutta la casa. Il continuo passaggio di autobus, mezzi pesanti e automobili ad alta velocità lungo via sta provocando danni alle abitazioni di Strada San Pelajo.
I residenti denunciano come la via della prima periferia trevigiana sia diventata una pista automobilistica, in cui il limite di velocità di 30 chilometri all'ora viene costantemente e largamente ignorato.
La situazione, secondo gli abitanti, è peggiorata negli ultimi mesi, dopo i recenti lavori di rifacimento delle condotte fognarie: gli scavi e i successivi rattoppi all'asfalto hanno lasciato al il manto stradale dissestato, aumentando le vibrazioni. Tanto che piatti e bottiglie sul tavolo tremano al passaggio dei frequenti camion.
In passato sono state già effettuate raccolte firme e i residenti si sono rivolti a Polizia Locale e Mom per chiedere misure per limitare la velocità dei veicoli, ma - ribadisce Peruzza - senza nessun esito concreto.
Davide Acampora, consigliere comunale di Fratelli d'Italia, sollecita una soluzione per risolvere alla radice il problema: "Questa strada non è adeguata a sopportare l'attuale mole di traffico, aumentata a dismisura negli ultimi decenni - sottolinea -. Oltre alla sistemazione dell'asfalto, il flusso di mezzi pesanti deve essere deviato altrove".
Un appello al sindaco Giovanni Manildo e all'assessore ai Lavori pubblici Ofelio Michielan a cui si aggiungono anche i residenti.