Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Cherv˛ il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/237: L'OPEN D'ITALIA DEI CAMPIONI PARALIMPICI

Lo svedese Joakim Bj÷rkman si conferma imbattibile


CREMA - Sotto l’egida di EDGA (European Disabled Golf Association), si è giocata a Crema la 18esima edizione del torneo italiano per giocatori disabili, aperta a tutte le tipologie di disabilità. Il torneo, appena concluso, si è giocato sulla distanza di trentasei buche,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In Aula Magna del Liceo Canova, Emilio Antoniol, Francesco Codato e Emanuele Lepore

UOMO E AMBIENTE AL CENTRO DELLA RICERCA FILOSOFICA SABATO POMERIGGIO

Continuano gli appuntamenti di Pensare il Presente


TREVISO - Uomo e Ambiente, appuntamento del “Festival Pensare il presente” che si intreccia con la rassegnaRi-pensare l'ambiente”, ideata da "La Chiave di Sophia" e dedicata al rapporto tra uomo e ambiente. L'evento è in programma sabato 25 ore 17.30 nell'Aula Magna del Liceo Canova.

Dopo il primo incontro a Conegliano che ha visto ospiti Giacomo De Luca, Presidente di Savno Servizi, e il professore Luigi Emmolo, e che ha coinciso con il lancio del nuovo numero cartaceo della rivista "La Chiave di Sophia", la rassegna si sposta a Treviso, all'interno del programma del "Festival Pensare il presente", organizzato dall'"Associazione Pensare il presente", dalla Scietà filosofica Trevigiana e da Imagonirmia.

"La questione dell’ambiente e il problema degli squilibri generati dall’attività umana – sottolinea Damiano Cavallin, Direttore del "Festival Pensare il presente" – è un tema assolutamente attuale e urgente, anche per la riflessione filosofica. Per questo l’abbiamo proposto sin dalla prima edizione del Festival e quest’anno è stato nuovamente rilanciato nella conferenza di apertura di Serge Latouche e con l’uscita nel libro Pensare il presente: la filosofia e le sfide del nostro tempo (da lunedì in download gratuito nel sito www.pensareilpresente.it), che contiene un saggio di Gianni Tamino, professore di biologia all’Università di Padova, dal titolo significativo Come sopravvivere allo sviluppo?".

L'incontro di sabato 25 affronterà il rapporto tra etica, architettura e ambiente, per cercare di capire se sia possibile un dialogo tra pensiero filosofico e tecnica. L'ambiente sarà quindi analizzato con un approccio problematico, superando la sua immagine di semplice contesto neutrale in cui agire in modo libero, incontrollato e acritico. Durante la conferenza, la filosofia sarà lo sfondo a partire dal quale verrà aperto uno spazio di riflessione per ripensare il legame Uomo-Ambiente. L'equilibrio tra queste due realtà è fragile: la responsabilità etica dell'individuo è chiamata ad operare, anche dal punto di vista architettonico, nel rispetto della natura che li circonda. Le nostre conoscenze tecniche sono ormai all'altezza delle esigenze che il contesto ambientale impone sempre più innanzi a noi. Il livello di sviluppo al quale sono giunte le discipline tecniche strumentali può infatti ridefinire la presenza e l'impatto dell'uomo nel sistema ambiente.

"È lavorando per la risoluzione delle questioni del proprio tempo che l’umanità può conoscersi intimamente. - scrive Emanuele Lepore, autore de La Chiave di Sophia, nel nemero cartaceo della rivista - Tra le numerose sfide che l’essere umano deve raccogliere si distingue, per urgenza e gravità, quella della salute del nostro ecosistema: è una sfida in primis culturale".

L’incontro è organizzato e curato da La Chiave di Sophia, associazione culturale attiva nel territorio trevigiano e nazionale, con l’obiettivo di riportare la filosofia nella vita di tutti, trattando temi che riguardano quotidianità e la realtà che ci circonda nella sua praticità.

Interverranno: Emanuele Lepore e Francesco Codato, autori de La Chiave di Sophia, ed Emilio Antoniol, architetto e direttore della rivista Officina.

L’appuntamento culturale sarà anche un’occasione per sfogliare e sottoscrivere l’abbonamento al nuovo numero della rivista cartacea La Chiave di Sophia, il cui dossier interno è dedicato proprio al tema del rapporto tra Uomo e Ambiente.

“La Chiave di Sophia è una rivista che vuole rilanciare il mercato dell’editoria filosofica, - spiega Elena Casagrande - ormai sempre più tradizionale e accademico, dimostrando quanto la Filosofia può parlare della nostra quotidianità, con un approccio dinamico, pratico e interdisciplinare”.