Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Cinzia Bonan designata segretaria per sostituire Franco Lorenzon

LAVORO "DA REDISTRIBUIRE", PARTECIPAZIONE E VALORE NELL'AGENDA CISL

Giovedì e venerdì il congresso del sindacato di Belluno- Treviso


TREVISO - Redistribuire il lavoro perchè tutti possano beneficiarne. E uno dei temi su cui la Cisl Belluno Treviso vuole avviare una riflessione e una progettazione. Il sindacato giovedì 30 e venerdì 31 marzo terrà il suo congresso confederale, a Castelbrando di Cison di Valmarino.
Consolidato il processo di aggregazione delle due ex strutture provinciali, l'organizzazione guarda al futuro. Molti hanno perso o non trovano un'occupazione, ma chi ce l'ha spesso lavora troppo: in media, secondo gli ultimi dati, 1.800 ore all'anno in Italia, contro le 1.500 di Francia o Germania, sottolinea Cinzia Bonan, segretario organizzativo, che pensa alla rimodulazioni degli orari come una delle possibile aree di intervento del sindacato.
Ma la Cisl punta anche sulla salvagurardia del valore della legalità e dell'onestà, radicato in Veneto ma incrinato dai recenti scandali, e sull'attenzione ai giovani, a partire da progetti formativi e da spazi a loro disposizione.
Proprio Bonan è designata ad assumere la guida dal sindacato interprovinciale, che conta oltre 91mila iscritti, sostituendo come segretario generale Franco Lorenzon: avvicinandosi alla pensione, dopo un duplice mandato triennale, Lorenzon ha scelto di non ricandidarsi per favorire il ricambio. La due giorni congressuale, dunque, segnerà l'elezione del nuovo vertice. In segreteria confederale saranno confermati gli altri due attuali componenti, Alfio Calvagna e Rudy Roffaré.
Lavoro, partecipazione e valore saranno le parole-chiave del congresso 2017. “Partiremo da una riflessione sul tema della crisi intesa come una grande trasformazione - ribadisce il segretario generale Lorenzon -. Come possiamo ripensare il lavoro, segnato oggi dalla forte precarietà, e reinterpretare il nostro ruolo in un momento storico dominato dalla velocità e dalla disintermediazione? La sfida consiste soprattutto nel fatto che il sindacato trova la sua ragione di essere nella capacità di mettere assieme e di essere luogo di incontro, dove la crescita di ciascuno è favorita dallo scambio e dal sostegno reciproco, partendo dalle relazioni nel lavoro, cui deve ridare senso e dignità. In una parola, valore”.
I lavori saranno aperti alle 9.30 di giovedì 30 marzo dalla relazione del segretario generale uscente e proseguiranno fino al tardo pomeriggio con il dibattito, al quale parteciperanno, tra gli altri, il segretario regionale della Cisl del Onofrio Rota e il segretario confederale nazionale Maurizio Petriccioli.
Venerdì 31 mattina, un'inedita iniziativa dedicata alle nuove generazioni, dal titolo “I giovani si raccontano. Testimonianze di giovani che vogliono esserci” . Tre giovani racconteranno la loro percezione della grande crisi, la relazione con le altre generazioni, la visione del futuro, le aspettative, il rapporto con il lavoro e con i diritti. Protagonisti sono Patrick Barattin, 19 anni di Chies d'Alpago, studente universitario al primo anno di Ingegneria dell'informazione e Organizzazione di impresa a Trento, creatore a 18 anni di Job'sCool, un programma gestionale progettato per superare le complessità burocratiche del progetto ministeriale Alternanza Scuola-Lavoro; Emanuela Paganin, 27 anni, di Taibon Agordino, una maturità classica e una laurea in Archeologia e Storia del Medio Oriente, autrice di una lettera pubblicata dal Gazzettino in risposta al suicidio di un trentenne friulano e Saihou, 27 anni, richiedente asilo, originario del Gambia, arrivato nel 2015 in Italia dalla Libia a bordo di un barcone, oggi residente a Treviso e un lavoro presso una cooperativa agricola.
Al termine, la presentazione delle liste e le votazioni per l'elezione del nuovo Consiglio generale e, nel tardo pomeriggio, della segreteria.

Galleria fotograficaGalleria fotografica