Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/261: IL RITORNO DELLA TIGRE

Tiger Woods trionfa nel Mastersdi Augusta


AUGUSTA - Questo è il primo Major stagionale, il più ambito. Ha luogo nella consueta cornice dell’Augusta National, in Georgia, quel percorso tanto voluto dal mitico campione Bobby Jones. In Campo è presentela crema dei professionisti,i migliori giocatori del mondo, e tra...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/260: WGC, L'╔LITE MONDIALE SI SFIDA IN MATCH PLAY

Vittoria a Kisner, ottimo terzo Francesco Molinari


AUSTIN (TEXAS) - È il secondo dei quattro eventi stagionali del World Golf Championship, le cui gare sono di livello inferiore solo ai major. Il WGC -Dell Technologies Match Play che si gioca in Texas sul percorso dell’Austin CC, è di spessore assoluto: nel field sono stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/259: AL VIA LA NUOVA STAGIONE DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Come di consueto l'Aigg apre il campionato 2019 al Marco Simone


ROMA - La primavera era già esplosa, quando siamo andati a Roma per l’avvio del tour dei giornalisti golfisti. Alla prima giornata di tappa, però, abbiamo preso la pioggia. Come di consueto, il primo incontro era al Marco Simone Golf & Country Club, alle porte di Roma, che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Padre e figlio vicentini ladri di biciclette con uno stratagemma

"MI FAI FARE UNA PROVA?" E FUGGIVA CON LA BICICLETTA

Sono stati denunciati dai Carabinieri di Vedelago


TREVISO - Denunciati dai Carabinieri di VedelagoRubavano le bici da corsa che trovavano sui siti internet: padre e figlio nei guai
padre e figlio, 58 e 31 anni, vicentini: sono accusati di furto, truffa e ricettazione. Tutto è nato dalle indagini per un furto di una bici da corsa di un 40enne di Vedelago: sono state recuperate quattro biciclette, del valore ciascuna dai 4 ai 5 mila euro, destinate alla rivendita a privati. Il figlio, fingendosi interessato all’acquisto di biciclette da corsa messe in vendita tramite annunci di privati pubblicati su internet, si presentava presso l’abitazione dell’inserzionista e, dopo aver chiesto di effettuare un giro di prova, fuggiva: il padre lo aspettava poco distante in auto. I mezzi sono stati già restituiti ai legittimi proprietari.