Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/240: A DONNAFUGATA IL CAMPIONATO INDIVIDUALE AIGG 2018

I giornalisti golfisti si sfidano in Sicilia


DONNAFUGATA - Il maltempo aveva imperversato fino il giorno prima, e continuava a devastare parte della Sicilia. Non eravamo in molti giornalisti praticanti di golf provenienti da mezza Italia, a prendere il coraggio e andar a sostenere il Campionato già da tempo programmato. Donnafugata, il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Chervò il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La forte biathleta bellunese ha raccontato la sua carriera

LISA VITTOZZI OSPITE DEL PANATHLON DI TREVISO

"Il mio sogno è andare alle Olimpiadi in Corea"


TREVISO - Ospite illustre della conviviale di marzo del Panathlon trevigiano al ristorante Migò Lisa Vittozzi, la biatlheta italiana più forte in assoluto, nata a Pieve di Cadore, 22 anni. Il biathlon si compone di una gara di sci di fondo e di una di tiro di precisione. Dal giugno 2013 Lisa fa parte del Gruppo Sportivo Forestale dello Stato. Ha esordito in Coppa del Mondo il 6 dicembre 2014 nella sprint di Östersund e ai Campionati mondiali in occasione della rassegna iridata di Kontiolahti 2015, vincendo la medaglia di bronzo nella staffetta e classificandosi 60ª nella sprint e 41ª nell'inseguimento. Ha concluso la sua prima stagione in Coppa del mondo come sesta atleta più precisa al tiro del massimo circuito con l'88% dei bersagli colpiti e alla 66ª posizione in classifica generale. Ha conquistato la prima vittoria in Coppa del Mondo, nonché primo podio, il 13 dicembre 2015 nella staffetta di Hochfilzen. "Ho iniziato con la discesa, fratturandomi anche una gamba-ha raccontato-ho fatto diversi sport: arrampicata, danza, fondo. Il biathlon nel mio paese non era molto praticato, ho iniziato più che altro per curiosità, visto che tiravo abbastanza bene. E' uno sport difficile, entrano in ballo tante componenti che devono girare bene all'unisono." Com'è la nazionale femminile? "Più forte di quella maschile. Mi ha aiutato Dorotea Wierer, quest'anno diciamo che non sono andata troppo bene, spero tanto nel prossimo e soprattutto voglio assolutamente andare alle Olimpiadi in Corea del Sud, è il mio sogno." Una disciplina difficile. "Soprattutto quando si passa dal fondo al tiro, bisogna avere concentrazione ed un grande controllo respiratorio, contenendo il battito cardiaco."

Nella foto il presidente del Panathlon di Treviso Andrea Vidotti e Lisa Vittozzi.