Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/166: I GIORNALISTI GOLFISTI SI SFIDANO IN EMILIA

Il Challenge Aigg fa tappa al club Le Fonti e Bologna


BOLOGNA - Siamo in Emilia, per la terza e quarta tappa del Challenge Aigg Diavolina, e la prima giornata è al Club “Le Fonti”. Ci affacciamo ai piedi dell’appennino tosco emiliano in comune di Castel San Pietro Terme, appena un po’ a est di Bologna sulla storica Via...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/165: TWENTY DOUBLE CUP, LA RYDER VENETA

Tra sport e goliardia, i "Rossi" si aggiudicano la seconda edizione della gara


VENEZIA - Una competizione speciale, festosa, trascinante! Due gruppi di amici, abituati a sfottersi goliardicamente quando giocano a Golf, dopo una partita a Jesolo lo scorso anno, hanno avuto l’idea di provar a cimentarsi in gara a squadre, al fine che le rispettive derisioni trovassero...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/164: THE MASTERS , SERGIO GARCIA È IL MIGLIORE DEI "MAESTRI"

Nel prestigioso major di Augusta, primo trionfo dello spagnolo


AUGUSTA (USA) - Siamo al primo dei quattro tornei stagionali di maggior spicco nella stagione golfistica maschile: i 4 Majors. Il Masters è torneo dal fascino antico, il più rilevante; dal 6 al 9 aprile se ne gioca l’edizione 81, sulle consuete 72 buche. È infatti l'unico...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La forte biathleta bellunese ha raccontato la sua carriera

LISA VITTOZZI OSPITE DEL PANATHLON DI TREVISO

"Il mio sogno è andare alle Olimpiadi in Corea"


TREVISO - Ospite illustre della conviviale di marzo del Panathlon trevigiano al ristorante Migò Lisa Vittozzi, la biatlheta italiana più forte in assoluto, nata a Pieve di Cadore, 22 anni. Il biathlon si compone di una gara di sci di fondo e di una di tiro di precisione. Dal giugno 2013 Lisa fa parte del Gruppo Sportivo Forestale dello Stato. Ha esordito in Coppa del Mondo il 6 dicembre 2014 nella sprint di Östersund e ai Campionati mondiali in occasione della rassegna iridata di Kontiolahti 2015, vincendo la medaglia di bronzo nella staffetta e classificandosi 60ª nella sprint e 41ª nell'inseguimento. Ha concluso la sua prima stagione in Coppa del mondo come sesta atleta più precisa al tiro del massimo circuito con l'88% dei bersagli colpiti e alla 66ª posizione in classifica generale. Ha conquistato la prima vittoria in Coppa del Mondo, nonché primo podio, il 13 dicembre 2015 nella staffetta di Hochfilzen. "Ho iniziato con la discesa, fratturandomi anche una gamba-ha raccontato-ho fatto diversi sport: arrampicata, danza, fondo. Il biathlon nel mio paese non era molto praticato, ho iniziato più che altro per curiosità, visto che tiravo abbastanza bene. E' uno sport difficile, entrano in ballo tante componenti che devono girare bene all'unisono." Com'è la nazionale femminile? "Più forte di quella maschile. Mi ha aiutato Dorotea Wierer, quest'anno diciamo che non sono andata troppo bene, spero tanto nel prossimo e soprattutto voglio assolutamente andare alle Olimpiadi in Corea del Sud, è il mio sogno." Una disciplina difficile. "Soprattutto quando si passa dal fondo al tiro, bisogna avere concentrazione ed un grande controllo respiratorio, contenendo il battito cardiaco."

Nella foto il presidente del Panathlon di Treviso Andrea Vidotti e Lisa Vittozzi.