Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/219: DAI CONTI CORRENTI AL GREEN, LA SFIDA DEI BANCARI

A Ca' della Nave il torneo tra gli istituti di credito europei


MARTELLAGO - Patrocinato dalla Federazione Italiana Golf, c’è stato, al Circolo del Golf di Cà della Nave, l’incontro di Golf interbancario, tra i dipendenti degli istituti di credito d’Europa, il 17esimo, che ha impegnato il Club ospitante per cinque giornate. Si...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/218: UN GRANDE MOLINARI INFIAMMA L'OPEN D'ITALIA

La vittoria finale, però, va per un colpo al danese Olesen


SOLANO DEL LAGO (BS) - Eccoci arrivati all’Open d’Italia, il tanto atteso appuntamento, il maggiore del Golf italiano. Prologo domenica 27, in piazza Malvezzi e sul lungolago Cesare Battisti a Desenzano, era festa grande a Soiano del Lago: entusiasmo, curiosità, musica e...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/217: IL GOLF FINALMENTE VA IN TELEVISIONE

Sul campo di Ca' della Nave registrata la trasmissione di Bucarelli e Lanza


MARTELLAGO - È ben noto il disappunto del golfista che non è abbonato Sky, per non aver l’opportunità di vedere in chiaro le partite di golf nei programmi nazionali, seppur costretto a pagare il canone Rai. Non saprei a cosa ascrivere questo svantaggio sulla testa degli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Fiera4Passi, lancia il primo crowdfunding per sostenere gli espositori

#ADOTTAUNESPOSITOREF4P, DA LAMPEDUSA E AMATRICE A TREVISO

Portare realtà dove trovare un "Futuro al lavoro" è di primaria importanza


TREVISO - #adottaunespositoreF4P è l'hashtag con il quale promuovere l'iniziativa di crowdfunding messa a disposizione da Banca Etica per supportare la presenza alla Fiera4passi dei produttori di Lampedusa, delle zone terremotate, delle realtà economiche carcerarie, dei produttori di commercio equo della Palestina e di una Cooperativa pugliese che coltiva terre confiscate alla mafia.

Per la prima volta in Italia si chiede ai cittadini di contribuire “all'adozione” di un espositore di una fiera. Partendo dal basso e con il contributo di tutti, l'iniziativa contribuirà a portare in Fiera4passi 2017 alcune realtà che vivono in zone o in situazioni particolari e che sarebbero in difficoltà a sostenere i costi per il viaggio e la permanenza. Sarà così possibile avere dei testimoni di realtà dove trovare un “Futuro al Lavoro” è una necessità di primaria importanza.

Le donazioni sono deducibili a livello fiscale e a tutti i donatori verrà inviata, a chiusura della campagna, la rendicontazione del progetto e la possibilità di richiedere l'attestato di donazione valido a fini fiscali.

Gli espositori che saranno sostenuti con il crowdfunding sono un gruppo di ragazzi di Lampedusa che ha pensato di organizzare viaggi guidati per far conoscere l'isola, le sue bellezze naturali, le persone che la abitano e quello che vivono da un po' di anni a questa parte.
Fiera4passi vorrebbe ospitare alcuni produttori che provengono dalle zone del Centro Italia, colpite dal sisma dello scorso agosto. Agricoltori che racconterebbero le loro fatiche e proporrebbero i loro prodotti di qualità, lenticchie, salumi e formaggi tipici della loro zona.
Fiera4Passi vorrebbe la presenza dei ragazzi del progettoPietra di Scarto” in Puglia, che coltivano beni confiscati alla mafia, con programmi di agricoltura sociale per l’inserimento di persone svantaggiate, a rischio di esclusione sociale e di sfruttamento, operando anche in terreni confiscati dalle stesse organizzazioni criminali.
Un altro progetto è FreedHome una rete di cooperative che lavorano nelle carceri italiane, che si sono aggregate per dare maggior visibilità ai loro prodotti.
Cercheranno inoltre di avere in Fiera PARC, realtà del Fair trade della Palestina, punto di riferimento per gli agricoltori palestinesi che vivono in situazioni di difficoltà.

#adottaunespositoreF4P darà modo al visitatore di Fiera4passi di contribuire semplicemente e concretamente alla costruzione di un’economia più giusta e capace di futuro scoprendo un diverso stile di vita da cittadino e consumatore.