Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/240: A DONNAFUGATA IL CAMPIONATO INDIVIDUALE AIGG 2018

I giornalisti golfisti si sfidano in Sicilia


DONNAFUGATA - Il maltempo aveva imperversato fino il giorno prima, e continuava a devastare parte della Sicilia. Non eravamo in molti giornalisti praticanti di golf provenienti da mezza Italia, a prendere il coraggio e andar a sostenere il Campionato già da tempo programmato. Donnafugata, il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Chervò il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il fatto è accaduto all'esterno del Mokita a San Zeno

LITE FUORI DAL BAR: TREVIGIANO ACCOLTELLA MAROCCHINO

L'aggressore è stato arrestato dalla polizia


TREVISO - La polizia ha arrestato per tentato omicidio il 37enne Walter Carretta: è accusato di aver accoltellato un marocchino di 45 anni all'esterno del L'arma del delittoBar Mokita, a San Zeno. Il fatto è accaduto martedì sera. Intorno alle 21 una donna ha chiamato il 113, segnalando una lite fra due persone. Una volta sul posto, gli agenti hanno hanno trovato il marocchino con varie ferite all'addome, mentre l'aggressore era già fuggito. Per terra, diverse sedie di plastica rotte, con le quali la vittima aveva cercato di parare i fendenti, e il fodero di un arma da taglio.
Mentre il ferito veniva accompagnato al Pronto soccorso, i poliziotti hanno raccolto le testimonianze di alcuni avventori, presenti alla scena, e sono risaliti all'aggressore, già noto alle forze dell'ordine. Carretta, rintracciato nella sua abitazione, ha confessato di essere l'autore del ferimento e ha consegnato agli agenti l'arma, un coltello lungo 35 centimetri, che aveva nascosto in camera da letto. Portato in Questura, è stato arrestato e trasferito al carcere di Santa Bona.
Nel frattempo una pattuglia interrogava anche il nordafricano, medicato all'ospedale: secondo quanto dichirato da costui, il diverbio tra i due era scoppiato per futili motivi. Ad un certo punto, il 37enne si era allontanato, tornando poco dopo con il coltellaccio e aveva inziato a menare colpi contro l'altro contendente.