Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/165: TWENTY DOUBLE CUP, LA RYDER VENETA

Tra sport e goliardia, i "Rossi" si aggiudicano la seconda edizione della gara


VENEZIA - Una competizione speciale, festosa, trascinante! Due gruppi di amici, abituati a sfottersi goliardicamente quando giocano a Golf, dopo una partita a Jesolo lo scorso anno, hanno avuto l’idea di provar a cimentarsi in gara a squadre, al fine che le rispettive derisioni trovassero...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/164: THE MASTERS , SERGIO GARCIA ╚ IL MIGLIORE DEI "MAESTRI"

Nel prestigioso major di Augusta, primo trionfo dello spagnolo


AUGUSTA (USA) - Siamo al primo dei quattro tornei stagionali di maggior spicco nella stagione golfistica maschile: i 4 Majors. Il Masters è torneo dal fascino antico, il più rilevante; dal 6 al 9 aprile se ne gioca l’edizione 81, sulle consuete 72 buche. È infatti l'unico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/163: IL CHALLENGE AIGG DIAVOLINA 2017 PRENDE IL VIA DAL MARCO SIMONE

L'ospitalitÓ di Laura Biagiotti e della figlia Lavinia per l'esordio del circuito dei giornalisti golfisti


ROMA - Come ogni anno, ha tappe importanti il challenge AIGG Diavolina. Questa laziale ne è il debutto, nella consueta due giorni romana, sicuramente considerevole. Oggi siamo al “Marco Simone” a Roma, proseguirà domani al “Terre dei Consoli” nel viterbese, per successivamente far tappa al “Bologna” e a “Le Fonti” in Emilia Romagna, a “Punta Ala” e “Terme di Saturnia” in Toscana, a “Cà della Nave” e “Montecchia” in Veneto, al “Colline del Gavi” e “Villa Carolina” in Piemonte, e a “Bergamo” e “Villa d’Este” in Lombardia. Oltre a questo giro d’Italia, c’è l’Alpen Cup in tre tappe nei GC di Asiago,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Bloccati dalla Polizia al Mega sulla Noalese: in auto prodotti per mille euro

ARRESTATI A TREVISO I BONNIE&CLYDE DEI SUPERMERCATI

Coppia croata aveva nel mirino cento market del Nordest


Dalla Croazia al Triveneto per rubare nei supermercati: arrestati due fidanzati

TREVISO - Nel mirino avevano un centinaio di supermercati e negozi di alimentari in tutto il Nordest. La Polizia di Treviso li ha bloccati quando avevano messo a segno solo i primi colpi. Due croati, lui J. U., 40 anni di Rijeka (Fiume) e lei, 32 anni di Opatija, avevano già rubato cibarie e bevande per oltre mille euro. 
Sono stati arrestati venerdì, intorno alle 15, mentre si apprestavano ad entrare in azione al supermercato Mega, da poco aperto lungo la Noalese, a Treviso. Gli agenti delle Volanti era intervenuti sul posto per un'altra segnalazione, di un taccheggio. Mentre alcuni poliziotti si occupavano del caso, altri colleghi, rimasti nel parcheggio, hanno notato la coppia croata cercare di allontanarsi con fretta sospetta alla vista della pattuglia.
Fermati e perquisiti, nella loro auto sono stati trovati decine di generi alimentari, tra cui ben 101 confezioni di cioccolato. Le giustificazioni fornite dai due e gli scontrini mostrati, peraltro non corrispondenti alla merce, non hanno affatto convinto i poliziotti. Addosso all'uomo, poi, sono stati trovati un cacciavite, una lametta seghettata e una speciale "panciera" dove nascondere gli oggetti eludendo gli allarmi antitaccheggio.
La donna, invece, nascondeva una lista con circa cento "obiettivi". Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, i Bonnie & Clyde dei supermercati, erano entrati in Italia in mattinata dalla frontiera nei pressi di Trieste. Presa l'autostrada A4, ne avevano approfittato per un primo colpo all'autogrill di Fratta Nord, dove avevano razziato le tavolette di cioccolato, per 500 euro di valore. Poi, hanno rubato prosciutti ed insaccati per 300 euro all'Iperlando di Mira, formaggi e liquori per cento euro al Famila di Campagna Lupia e confezioni di salmone per un importo simile alll'In's di Mira.
Fatale per loro, dunque, la sosta al market alle porte del capoluogo della Marca.
Arrestata anche la donna dell'altro furto segnalato al Mega: una 38enne rumena, con precedenti. E' stata sorpresa dalla guardia giurata con 66 articoli per l'igiene maschile, come rasoi o prodotti per barba. Solo il giorno prima era stata denunciata per un analogo reato a Brescia. Processata per direttissima,  è scattato il divieto di dimora in provincia. E' riuscito invece a dileguarsi l'uomo che era con lei