Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/240: A DONNAFUGATA IL CAMPIONATO INDIVIDUALE AIGG 2018

I giornalisti golfisti si sfidano in Sicilia


DONNAFUGATA - Il maltempo aveva imperversato fino il giorno prima, e continuava a devastare parte della Sicilia. Non eravamo in molti giornalisti praticanti di golf provenienti da mezza Italia, a prendere il coraggio e andar a sostenere il Campionato già da tempo programmato. Donnafugata, il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Chervò il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nell'appartamento di Conegliano conservava 50 grammi di cocaina, per 11mila euro

DROGA TRA I SEX TOYS DELLA COINQUILINA

Arrestato a Conegliano pusher albanese 31enne


CONEGLIANO - Nascondeva la droga tra i sex toys della coinquilina prostituta. La Polizia di Treviso ha arrestato per spaccio un albanese 31enne, regolare in Italia, ma di fatto nullafacente. Gli investigatori della Squadra Mobile, guidata da Claudio Di Paola, sono giunti a lui partendo dalla segnalazione di altri residenti, insospettiti dal continuo via vai in un appartamento di via Cavallotti. L'andirivieni, in realtà, come appurato dagli agenti, era dovuto ad una 25enne rumena che condivideva l'abitazione, dove esercitava il mestiere più antico del mondo. L'attività del 31enne, comunque, era più discreta, ma tutt'altro che legale: in casa i poliziotti hanno trovato 50 grammi di cocaina, per un valore commerciale di circa 11mila euro, oltre a un bilancino di precisione e altro materiale per il confezionamento delle dosi. Il tutto conservato tra gli "attrezzi" proefessionali dell'altra abitante dell'alloggio. L'operazione è stata eseguita nell'ambito del cosiddetto progetto Pusher, volto a contrastare lo spaccio di stupefacenti.