Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/220: BROOKS KOEPKA FA IL BIS ALL'US OPEN

Il terribile campo di Shinnecock Hills fa strage di big


TREVISO - Risale al 1891 la storia di questo percorso che nasce a 12 buche, alle porte di New York. Seguirono le altre 6 nel 1895, poi subì modifiche nel 1920, per essere completato nel 1931. Oggi il percorso è un par 70 di ben 6.808 metri. Da sempre considerato tra i più...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/219: DAI CONTI CORRENTI AL GREEN, LA SFIDA DEI BANCARI

A Ca' della Nave il torneo tra gli istituti di credito europei


MARTELLAGO - Patrocinato dalla Federazione Italiana Golf, c’è stato, al Circolo del Golf di Cà della Nave, l’incontro di Golf interbancario, tra i dipendenti degli istituti di credito d’Europa, il 17esimo, che ha impegnato il Club ospitante per cinque giornate. Si...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/218: UN GRANDE MOLINARI INFIAMMA L'OPEN D'ITALIA

La vittoria finale, però, va per un colpo al danese Olesen


SOLANO DEL LAGO (BS) - Eccoci arrivati all’Open d’Italia, il tanto atteso appuntamento, il maggiore del Golf italiano. Prologo domenica 27, in piazza Malvezzi e sul lungolago Cesare Battisti a Desenzano, era festa grande a Soiano del Lago: entusiasmo, curiosità, musica e...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Furioso incendio stanotte alla azienda che fabbrica botti

BRUCIA LA GARBELLOTTO DI CONEGLIANO, SALVA LA PRODUZIONE

Il titolare è co-presidente dell'Imoco Volley


TREVISO - Dalle 2 circa di questa mattina 50 vigili del Fuoco di Treviso, Pordenone, Mestre e Rovigo, con 20 mezzi stanno spegnendo un furioso incendio all'interno della ditta di botti Garbellotto a Conegliano, il cui titolare, Piero, è co presidente della squadra femminile di volley Imoco, campione d'Italia. Ad essere interessati dalle fiamme sono stati circa 4mila metri quadrati di capannoni, ma l'intervento immediato e massiccio dei Vigili del fuoco ha salvato la produzione e il magazzino. Secondo quanto comunicato dall'azienda stessa, le strutture andate a fuoco contenevano materiale di risulta e parte del legno destinato alla commercializzazione, non alla realizzazione delle botti. Le linee produttive, gli impianti e tutto il deposito di stagionatura naturale non sono stati intaccati.
"Gli uffici 'botti' e 'legnami' non hanno subito blocchi - afferma un comunicato dell'industria coneglianese -. Gli 80 bottai della Garbellotto SpA ritorneranno presto a lavorare nello stabilimento".I fratelli Piero, Piergregorio, Pieremilio Garbellotto e il direttore di stabilimento Graziano Cavalet ringraziano vigili del fuoco che hanno lavorato per l’intera notte, oltre a tutte le altre forze dell’ordine impegnate nell’area.

La mancanza di acqua è uno degli elementi che ha reso difficile l'intervento e tuttora molti mezzi dei Vigili del fuoco stanno transitando per Conegliano creando non poche difficoltà alla viabilita ordinaria. L'intervento continuerà per tutta la giornata finchè l'area sarà definitivamente messa in sicurezza. I danni sono ingentissimi ma ancora da calcolare, sulle cause sarà aperta un'inchiesta da parte dei Carabinieri.