Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/166: I GIORNALISTI GOLFISTI SI SFIDANO IN EMILIA

Il Challenge Aigg fa tappa al club Le Fonti e Bologna


BOLOGNA - Siamo in Emilia, per la terza e quarta tappa del Challenge Aigg Diavolina, e la prima giornata è al Club “Le Fonti”. Ci affacciamo ai piedi dell’appennino tosco emiliano in comune di Castel San Pietro Terme, appena un po’ a est di Bologna sulla storica Via...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/165: TWENTY DOUBLE CUP, LA RYDER VENETA

Tra sport e goliardia, i "Rossi" si aggiudicano la seconda edizione della gara


VENEZIA - Una competizione speciale, festosa, trascinante! Due gruppi di amici, abituati a sfottersi goliardicamente quando giocano a Golf, dopo una partita a Jesolo lo scorso anno, hanno avuto l’idea di provar a cimentarsi in gara a squadre, al fine che le rispettive derisioni trovassero...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/164: THE MASTERS , SERGIO GARCIA ╚ IL MIGLIORE DEI "MAESTRI"

Nel prestigioso major di Augusta, primo trionfo dello spagnolo


AUGUSTA (USA) - Siamo al primo dei quattro tornei stagionali di maggior spicco nella stagione golfistica maschile: i 4 Majors. Il Masters è torneo dal fascino antico, il più rilevante; dal 6 al 9 aprile se ne gioca l’edizione 81, sulle consuete 72 buche. È infatti l'unico...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il sindacato dei dipendenti di Veneto Banca a congresso

"POPOLARI VENETE, FARE IL FRETTA CON IL SALVABANCHE"

L'appello a governo e istituzioni della First Cisl


SILEA - Via libera all'ingresso del Fondo Salvabanche, per mettere in sicurezza Veneto Banca. E poi avviare un'opera di rilancio. E' la richiesta della First Cisl, una delle principali sigle dei bancari del gruppo montebellunese.
L'organizzazione ha tenuto il suo primo congresso questo pomeriggio a Silea. Massimiliano Paglini, segretario First Cisl Gruppo Veneto Banca, conferma: "Il governo, la politica e le istituzioni locali e nazionali si affrettino a sollecitare la Commissione europea, perchè dia l'autorizzazione al fondo salvabanche. Dopodichè bisognerà pensare ad un progetto industriale serio per riallacciare il rapporto con il territorio"
Paglini non risparmia attacchi alla vecchia amministrazione di Trinca e Consoli, ma anche ai cda successivi. E chiama in causa pure gli enti di controllo e i revisori dei conti, chiamati a verificare e certificare bilanci. Il leader sindacale ribadisce come anche nella vendita delle azioni, i dipendenti abbiano agito sotto il vincolo del rapporto di subordinazione, dunque le responsabilità vanno cercate in alto, non in basso.
La fusione con Popolare di Vicenza, secondo le stime, determinerebbe esuberi da 2 a 3mila addetti. Ipotesi rigettata dalla First. "Di esuberi proprio non vogliamo sentire parlare, circolano molte voci ma secondo noi ci sono soluzioni alternative che possono essere utilizzate per evitare gli esuberi del personale - rimarca il segretario -. La fusione è un bagno di sangue perchè le sovrapposizioni conseguenti determinerabbero per forza di cose delle eccedenze. Se è vero quello che dice la Vigilanza europea devono essere ricapitalizzate prima di essere fuse, non si capisce perchè di debba fare il contrario".
L'organizzazione chiede una maggiore partecipazione e coinvolgimento dei lavoratori, con un tav9lo permanente di analisi, proposta, progettazione ed indicazioni di governo e di gestione del lavoro. Ma ribadisce anche l'importanza di migliorare le piattaforme tecnologiche. Nonostante gli investimenti, ha ribadito il segretario nella sua relazione, oggi “non siamo una banca per giovani”.
Intanto il clima che si respira tra gli oltre seimila dipendenti di Veneto Banca va peggiorando: "Il clima è di forte preoccupazione ovviamente, ma confidiamo nella risposta della politica e delle istituzioni".