Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/220: BROOKS KOEPKA FA IL BIS ALL'US OPEN

Il terribile campo di Shinnecock Hills fa strage di big


TREVISO - Risale al 1891 la storia di questo percorso che nasce a 12 buche, alle porte di New York. Seguirono le altre 6 nel 1895, poi subì modifiche nel 1920, per essere completato nel 1931. Oggi il percorso è un par 70 di ben 6.808 metri. Da sempre considerato tra i più...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/219: DAI CONTI CORRENTI AL GREEN, LA SFIDA DEI BANCARI

A Ca' della Nave il torneo tra gli istituti di credito europei


MARTELLAGO - Patrocinato dalla Federazione Italiana Golf, c’è stato, al Circolo del Golf di Cà della Nave, l’incontro di Golf interbancario, tra i dipendenti degli istituti di credito d’Europa, il 17esimo, che ha impegnato il Club ospitante per cinque giornate. Si...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/218: UN GRANDE MOLINARI INFIAMMA L'OPEN D'ITALIA

La vittoria finale, però, va per un colpo al danese Olesen


SOLANO DEL LAGO (BS) - Eccoci arrivati all’Open d’Italia, il tanto atteso appuntamento, il maggiore del Golf italiano. Prologo domenica 27, in piazza Malvezzi e sul lungolago Cesare Battisti a Desenzano, era festa grande a Soiano del Lago: entusiasmo, curiosità, musica e...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ma Bruxelles apre alla ricapitalizzazione pubblica per le popolari venete

VENETO BANCA, ROSSO PER UN MILIARDO E MEZZO DI EURO

Il gruppo chiude il bilancio 2016, raccolta giù del 17%


MONTEBELLUNA - Veneto Banca chiude il 2016 con perdite nette per un miliardo e 502 milioni di euro, a fronte dei quasi 882 registrati a fine 2015. Il cda dell'istituto montebellunese ha approvato il progetto di bilancio. Un risultato negativo, spiega una nota del gruppo guidato da Massimo Lanza, su cui ha influito la “rigorosa politica di accantonamento su posizioni creditizie” e gli “accantonamenti a fondi rischi e oneri principalmente riconducibili a rischi per litigation su azioni Veneto Banca e agli oneri connessi all’Offerta di Transazione”. Nel primo caso, sono state messe a bilancio rettifiche sui crediti per 1,288 miliardi, rafforzando la copertura sui crediti deteriorati di otto punti. I prestiti a rischio comunque, ammontano a 9 miliardi, contro i 7,5 del precedente esercizio. A fondo rischi e oneri, invece, sono stati destinati 434 milioni.
Dopo due prestiti obbligazionari a febbraio per complessivi 3,5 miliardi, Veneto Banca richiederà l'autorizzazione un’ulteriore emissione di titoli con garanzia dello Stato fino a 1,4 miliardi di euro. Continua anche la frenata della raccolta totale e dagli impieghi per cassa con clientela, scesi a 61,1 miliardi, in flessione del 17,2%.
L'11 aprile il cda scioglierà la riserva sull'offerta di transazione (conclusa con l'adesione del 73% dei soci, detentori del 68% delle azioni), mentre l'assemblea per l'approvazione del bilancio è convocata per il 28.
La Bce avrebbe espresso un giudizio positivo sulla solvibilità di Veneto banca e Banca popolare di Vicenza. Secondo indiscrezioni, una comunicazione in tal senso è stata inviata da Francoforte al ministero dell'Economia e alla Banca d'Italia. L'altro passaggio atteso dalla Bce è la determinazione del "fabbisogno di capitale" delle due banche, anch'essa necessaria perché Bruxelles valuti la richiesta di ricapitalizzazione precauzionale Sulla situazione dei due istituti si è tenuta a Bruxelles una riunione fra esponenti di spicco della
Commissione europea, della Vigilanza bancaria europea (Ssm), delcministero dell' Economia e della Banca d'Italia. La riunione è stata definita "molto positiva e fruttuosa". Il fatto stesso che l'incontro si sisa tenuto è considerato il segnale del via libera, da parte di Francoforte, per la possiblità di proseguire nel percorso della ricapitalizzazione.