Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/165: TWENTY DOUBLE CUP, LA RYDER VENETA

Tra sport e goliardia, i "Rossi" si aggiudicano la seconda edizione della gara


VENEZIA - Una competizione speciale, festosa, trascinante! Due gruppi di amici, abituati a sfottersi goliardicamente quando giocano a Golf, dopo una partita a Jesolo lo scorso anno, hanno avuto l’idea di provar a cimentarsi in gara a squadre, al fine che le rispettive derisioni trovassero...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/164: THE MASTERS , SERGIO GARCIA È IL MIGLIORE DEI "MAESTRI"

Nel prestigioso major di Augusta, primo trionfo dello spagnolo


AUGUSTA (USA) - Siamo al primo dei quattro tornei stagionali di maggior spicco nella stagione golfistica maschile: i 4 Majors. Il Masters è torneo dal fascino antico, il più rilevante; dal 6 al 9 aprile se ne gioca l’edizione 81, sulle consuete 72 buche. È infatti l'unico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/163: IL CHALLENGE AIGG DIAVOLINA 2017 PRENDE IL VIA DAL MARCO SIMONE

L'ospitalità di Laura Biagiotti e della figlia Lavinia per l'esordio del circuito dei giornalisti golfisti


ROMA - Come ogni anno, ha tappe importanti il challenge AIGG Diavolina. Questa laziale ne è il debutto, nella consueta due giorni romana, sicuramente considerevole. Oggi siamo al “Marco Simone” a Roma, proseguirà domani al “Terre dei Consoli” nel viterbese, per successivamente far tappa al “Bologna” e a “Le Fonti” in Emilia Romagna, a “Punta Ala” e “Terme di Saturnia” in Toscana, a “Cà della Nave” e “Montecchia” in Veneto, al “Colline del Gavi” e “Villa Carolina” in Piemonte, e a “Bergamo” e “Villa d’Este” in Lombardia. Oltre a questo giro d’Italia, c’è l’Alpen Cup in tre tappe nei GC di Asiago,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il "pirata" è un 30enne dipendente del vicino supermercato

URTA CON L'AUTO UN PEDONE E FUGGE, NEI GUAI UN AUTOMOBILISTA

Denunciato per allontantamento e omissione di soccorso


TREVISO - Tornando a casa dal lavoro, aveva urtato con la sua auto un pedone, ferendolo leggermente, ma anziché fermarsi a soccorrerlo, era fuggito. A finire nei guai è un 30enne di Treviso, dipendente del supermercato Cadoro di via Cal di Breda. Gli agenti della Polizia stradale, infatti, sono risaliti a lui dopo un'indagine di alcuni giorni.
Il fatto risale alla sera di giovedì scorso. Intorno alle 19.45, il giovane terminato il suo turno, era salito sulla sua Punto nera. Percorsi poche decine di metri, però, forse per una distrazione, si era avvicinato troppo ad un 19enne che camminava a bordo strada, centrandolo alla schiena con lo specchietto retrovisore e scaraventandolo a terra. Il ragazzo, per sua fortuna, ha riportato solo delle contusioni, giudicate guaribili in sette giorni. L'automobilista si era dileguato, ma alcuni testimoni hanno assistito alla scena, descrivendo un'utilitaria di colore nero. Visto l'orario, i poliziotti della Stradale di Vittorio Veneto hanno intuito che potesse trattarsi di qualcuno uscito da supermarket, che proprio poco prima chiude. Una verifica ha consentito di individuare l'addetto, proprietario di una vettura come quella cercata.
Il giovane in un primo momento ha negato, poi ha ammesso le sue responsabilità. Purtroppo per lui, l'essere fuggito dopo aver provocato l'incidente, reato penale, rischia di costargli assai caro: l'allontanamento dal luogo prevede la reclusione da 6 mesi a tre anni e la sospensione della patente da uno a tre anni, mentre l'omissione di soccorso comporta da uno a tre anni e la sospensione da un anno e mezzo a tre.

Galleria fotograficaGalleria fotografica