Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/240: A DONNAFUGATA IL CAMPIONATO INDIVIDUALE AIGG 2018

I giornalisti golfisti si sfidano in Sicilia


DONNAFUGATA - Il maltempo aveva imperversato fino il giorno prima, e continuava a devastare parte della Sicilia. Non eravamo in molti giornalisti praticanti di golf provenienti da mezza Italia, a prendere il coraggio e andar a sostenere il Campionato già da tempo programmato. Donnafugata, il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Chervò il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Presentato oggi al Vinitaly dal Governatore del Veneto Luca Zaia

COLLINE DI CONEGLIANO VALDOBBIADENE, C'È IL LOGO

Un flessuoso mosaico ispirato alla biodiversità e ai suoli di questo territorio


VERONA - È Ivan Frigo, di Vicenza, l’autore del logo-simbolo delle Colline di Conegliano e Valdobbiadene candidate dall’Italia a fare ingresso nella lista dei patrimoni dell’umanità Unesco “Un logo per il paesaggio del Prosecco”, concorso promosso dalla Regione Veneto in collaborazione con la piattaforma online creata da Zoopa.com, community di creativi ospitata dall’incubatore di imprese H-farm.

E’ stata scelta questa sintesi grafica del territorio che stiamo candidando al prestigioso marchio Unesco – ha dichiarato il presidente del Veneto Luca Zaia proclamando il vincitore al Vinitaly nell’evento stampa dedicato alla candidatura veneta nella Word Heritage List – perché riesce ad esprimere con forza, incisività e immediatezza tutti i valori delle Colline di Conegliano e Valdobbiadene. Ringrazio gli oltre 600 creativi che hanno risposto, con grande rapidità, capacità di immaginazione e di sintesi alla sfida che abbiamo loro proposto: raccontare con un simbolo quel mix di natura e cultura, bellezza del paesaggio e lavoro dell’uomo che costituisce l’eccellenza e l’unicità di questo territorio e della sua candidatura a patrimonio Unesco”.

Nelle parole dell’autore, si tratta di "un logo che oscilla tra due anime: la zona delle alte colline e la parte collinare più dolce". Linee sinuose, "un flessuoso mosaico ispirato alla biodiversità e alla mutua interdipendenza dei suoli di questo territorio". Frigo, dopo un decennio nell'ambito della comunicazione visiva e la collaborazione con importanti brand ha lasciato le agenzie pubblicitarie per intraprendere la libera professione e sperimentare in modo "del tutto nuovo" la sua creatività.

Il contest, lanciato a inizio marzo tramite la piattaforma online di Zooppa.com, azienda trevigiana leader a livello internazionale nella gestione di progetti in crowdsourcing, è stato promosso da Regione Veneto con l’obiettivo di trovare un logo capace di rappresentare il territorio di Conegliano e Valdobbiadene e accompagnarlo nel percorso di candidatura a Patrimonio Unesco, comunicando i valori di autorevolezza, unicità ed innovazione con attenzione e rispetto nei confronti della tradizione e del passato.

Un’iniziativa che in poco più di tre settimane ha visto la partecipazione di oltre 600 creativi, non solo italiani, che hanno caricato sulla piattaforma online un totale di 789 progetti grafici, fra i quali il logo vincitore, svelato ufficialmente proprio al Vinitaly.

Il logo selezionato è quindi ora il logo ufficiale della candidatura del territorio di Conegliano e Valdobbiadene a patrimonio Unesco e accompagnerà i materiali istituzionali, e gli eventi di comunicazione e promozione che scandiranno la fase finale della candidatura, ora in attesa del vaglio decisivo dei commissari Icomos, Consiglio internazionale dei monumenti e dei siti e della Conferenza generale dell’Unesco.


Galleria fotograficaGalleria fotografica