Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/220: BROOKS KOEPKA FA IL BIS ALL'US OPEN

Il terribile campo di Shinnecock Hills fa strage di big


TREVISO - Risale al 1891 la storia di questo percorso che nasce a 12 buche, alle porte di New York. Seguirono le altre 6 nel 1895, poi subì modifiche nel 1920, per essere completato nel 1931. Oggi il percorso è un par 70 di ben 6.808 metri. Da sempre considerato tra i più...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/219: DAI CONTI CORRENTI AL GREEN, LA SFIDA DEI BANCARI

A Ca' della Nave il torneo tra gli istituti di credito europei


MARTELLAGO - Patrocinato dalla Federazione Italiana Golf, c’è stato, al Circolo del Golf di Cà della Nave, l’incontro di Golf interbancario, tra i dipendenti degli istituti di credito d’Europa, il 17esimo, che ha impegnato il Club ospitante per cinque giornate. Si...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/218: UN GRANDE MOLINARI INFIAMMA L'OPEN D'ITALIA

La vittoria finale, però, va per un colpo al danese Olesen


SOLANO DEL LAGO (BS) - Eccoci arrivati all’Open d’Italia, il tanto atteso appuntamento, il maggiore del Golf italiano. Prologo domenica 27, in piazza Malvezzi e sul lungolago Cesare Battisti a Desenzano, era festa grande a Soiano del Lago: entusiasmo, curiosità, musica e...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Fermato dai Carabinieri mentre cercava di fuggire

VAMPIRO DEL GASOLIO ARRESTATO A VITTORIO VENETO

Un 34enne ha prosciugato il sebatoio di uno scavatore in un'azienda di Cozzuolo


VITTORIO VENETO - E' stato bloccato mentre si allontanava in tutta fretta da un'azienda agricola in località Cozzuolo. I carabinieri di Vittorio Veneto hanno arrestato per furto aggravato G. M., 33 anni, residente nella stessa città vittoriese, celibe, disoccupato, pregiudicato.
I militari erano intervenuti dopo che nella ditta era scattato l'allarme anti-intrusione ed hanno notato un'auto, con a bordo una persona, che cercava di dileguarsi. Dopo un breve inseguimento, intimato l’alt, il mezzo è stato fermato e gli uomini dell'Arma hanno effettuato un primo controllo: il conducente è apparso subito particolamente nervoso e, soprattutto, era sporco di gasolio.
A confermare i sospetti, nella vettura sono stati trovati vari arnesi da scasso, tra cui un piede di porco, un cacciavite ed alcune torce elettriche. Un successivo accertamento, compiuto insieme al titolare, all'interno dell'azienda, ha mostrato che ad un escavatore parcheggiato nell’autorimessa era stato forzato il tappo del serbatoio ed era stato prelevato del carburante. La tanica è stata recuperata poco dopo, nascosta proprio nei pressi della strada che il vittoriese stava percorrendo per fuggire.