Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/240: A DONNAFUGATA IL CAMPIONATO INDIVIDUALE AIGG 2018

I giornalisti golfisti si sfidano in Sicilia


DONNAFUGATA - Il maltempo aveva imperversato fino il giorno prima, e continuava a devastare parte della Sicilia. Non eravamo in molti giornalisti praticanti di golf provenienti da mezza Italia, a prendere il coraggio e andar a sostenere il Campionato già da tempo programmato. Donnafugata, il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Chervò il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Arrestati dai Carabinieri, sono stati condannati a 8 mesi

DALLA SVEZIA, SORPRESI A RUBARE IN UN NEGOZIO DI SEGUSINO

Otto turisti sottraggono vestiti per centinaia di euro


SEGUSINO - Chissà, forse avevano terminato i ricambi di vestiti per la vacanza e così otto turisti svedesi, tutti di età compresa tra i 20 e 40 anni,  hanno pensato bene di procurarseli rubandoli in un negozio di abbigliamento di Segusino. I carabinieri di Vittorio Veneto, però, li hanno arrestati per furto aggravato in concorso.
Gli strani movimenti tra gli scaffali dei giovani scandinavi, infatti, hanno insospettito un dipendente dell’esercizio commerciale, ha richiesto l’intervento di una pattuglia: giunti sul posto, i militari hanno incrociato il gruppo, mentre stava raggiungendo il pulmino parcheggiato nei pressi del negozio.
Un controllo degli stranieri e l'attenta visione delle immagini delle telecamere di videosorveglianza, hanno dimostrato la fondatezza dei sospetti dell’impiegato: infatti, mentre parte del gruppetto era intenta a distrarre le commesse informandosi sulla merce, altri, dopo aver strappato i dispositivi antitaccheggio da due capi di abbigliamento, un cappotto e una giacca, e li avevano nascosti in una borsa camuffandoli con alcuni articoli appena acquistati.
La refurtiva, per un valore di diverse centinaia di euro, è stata quindi immediatamente restituita al legittimo proprietario e gli imputati, in precedenza tutti incensurati, sono stati condannati poi condannati alla pena di 8 mesi di reclusione.