Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/220: BROOKS KOEPKA FA IL BIS ALL'US OPEN

Il terribile campo di Shinnecock Hills fa strage di big


TREVISO - Risale al 1891 la storia di questo percorso che nasce a 12 buche, alle porte di New York. Seguirono le altre 6 nel 1895, poi subì modifiche nel 1920, per essere completato nel 1931. Oggi il percorso è un par 70 di ben 6.808 metri. Da sempre considerato tra i più...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/219: DAI CONTI CORRENTI AL GREEN, LA SFIDA DEI BANCARI

A Ca' della Nave il torneo tra gli istituti di credito europei


MARTELLAGO - Patrocinato dalla Federazione Italiana Golf, c’è stato, al Circolo del Golf di Cà della Nave, l’incontro di Golf interbancario, tra i dipendenti degli istituti di credito d’Europa, il 17esimo, che ha impegnato il Club ospitante per cinque giornate. Si...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/218: UN GRANDE MOLINARI INFIAMMA L'OPEN D'ITALIA

La vittoria finale, però, va per un colpo al danese Olesen


SOLANO DEL LAGO (BS) - Eccoci arrivati all’Open d’Italia, il tanto atteso appuntamento, il maggiore del Golf italiano. Prologo domenica 27, in piazza Malvezzi e sul lungolago Cesare Battisti a Desenzano, era festa grande a Soiano del Lago: entusiasmo, curiosità, musica e...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Cristiani, mussulmani tutti i credi presenti nella Casa Circondariale sono riuniti

IL DIGIUNO SOLIDALE DEI DETENUTI DI SANTA BONA

Nel giorno di Pasqua doneranno i loro pasti alla Caritas Diocesana


TREVISO - Nella Pasqua cristiana i credenti accolgono il dono della Liberazione dalla Morte nella Resurrezione.
Un dono che spesso viene offuscato dal dilagante consumismo che ci porta a considerare la Domenica di Pasqua festa delle uova di cioccolato e delle colombe.

Ci sono però volte in cui pensare che quegli Ultimi verso cui Gesù ha riversato tutto il suo Amore, quei sconfitti dalla vita, quelli che sono, per noi, più lontani dalla Grazia ne sono invece immersi.
In questa Settimana Santa vogliamo dare spazio all'iniziativa degli Uomini detenuti (Uomini con la "U" maiuscola!) cristiani ma anche mussulmani, della Casa Circondariale di Santa Bona a Treviso, che hanno deciso di donare i loro pasti pasquali alla Caritas Tarvisina perchè li dia ai bisognosi.
Un digiuno solidale che unisce cristani e musulmani quando le immagini che ci sommergono dai media internazionali sono di diffidenza e odio.

Questa la lettera di cui ringraziamo le Persone ristrette a Santa Bona e che speriamo abbia ampia diffusione:

In occasione della festa di Pasqua dove si festeggia la Resurrezione, noi Detenuti della Casa Circondariale S. Bona di Treviso, sia cristiani che mussulmani o di altri credi religiosi, abbiamo aderito a un digiuno per fare un’opera di solidarietà con chi ha ancor meno di noi.

Tutto il cibo che normalmente sarà distribuito il giorno di Pasqua all’interno del nostro istituto, sarà interamente donato alla Caritas Diocesana della Città di Treviso affinché provveda alla distribuzione alle persone bisognose.

Con questo gesto non cerchiamo nessuna gloria o redenzione, per noi la gratifica è la felicità interiore che questo gesto potrebbe creare in chi lo riceve, facendo emergere dentro di noi quella parte buona che tutti nascondiamo e che spesso e volentieri tendiamo a mascherare per orgoglio o per dimostrazione di appartenenza a una società che ci pilota verso il branco tralasciando il singolo.

Ci auguriamo che questa nostra iniziativa sia resa pubblica al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica verso le persone che normalmente non sono in primo piano quando la loro vita è oscurata dai muri che circondano questi Istituti di pena e che ledono le dignità umane.

I Detenuti di Treviso