Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/260: WGC, L'ÉLITE MONDIALE SI SFIDA IN MATCH PLAY

Vittoria a Kisner, ottimo terzo Francesco Molinari


AUSTIN (TEXAS) - È il secondo dei quattro eventi stagionali del World Golf Championship, le cui gare sono di livello inferiore solo ai major. Il WGC -Dell Technologies Match Play che si gioca in Texas sul percorso dell’Austin CC, è di spessore assoluto: nel field sono stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/259: AL VIA LA NUOVA STAGIONE DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Come di consueto l'Aigg apre il campionato 2019 al Marco Simone


ROMA - La primavera era già esplosa, quando siamo andati a Roma per l’avvio del tour dei giornalisti golfisti. Alla prima giornata di tappa, però, abbiamo preso la pioggia. Come di consueto, il primo incontro era al Marco Simone Golf & Country Club, alle porte di Roma, che...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/258: GUIDO MIGLIOZZI ESULTA AL KENYA OPEN

Primo successo sull'European Tour del 22enne vicentino


NAIROBI (KENYA) - Dopo aver seguito le prodezze di Francesco Molinari in Florida impegnato nel Players Championship, trasferiamoci ora in Kenya, a seguire la destrezza degli azzurri impegnati nel Magical Kenya Open del Tour europeo, sul percorso del Karen CC a Nairobi.Degli azzurri, a scendere in...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La replica della categoria: "Stabilite tariffe calmierate, solo casi isolati"

ALPINI CONTRO GLI ALBERGATORI: "SPECULANO SUI PREZZI DELLE CAMERE"

Il presidente dell'Ana Favero: "Importi triplicati, sono deluso"


TREVISO - L'Adunata degli Alpini ha riempito hotel e strutture ricettive di Treviso e della Marca nei giorni del raduno, dal 12 al 14 maggio. Ma sull'onda della crescente rischiesta, secondo i rappresentanti delle penne nere, qualche albergatore ha lucrato sui prezzi delle camere. “Sono fiero dell'impegno delle nostre sezioni e delle amministrazioni della Marca trevigiana – ha sottolineato il presidente nazionale dell'Ana, Sebastiano Favero -, ma sono un po' deluso dagli albergatori, che hanno approfittato dell'evento per far pagare qualche 'scheo' in più. Non tutti si sono comportati così, naturalmente, ma buona parte sì. Un certo rincaro, anche del 20%, è ovvio, ma c'è chi ci ha chiesto tre volte il prezzo normale. Da trevigiano e da veneto, non me lo sarei aspettato”. Secondo il numero uno dell'Associazione Alpini: “così facendo forse guadagneranno qualche soldo in più ora – ha ribadito Favero -, ma hanno perso molti clienti per il futuro”.
La risposta degli imprenditori del settore è arrivata a strettissimo giro, per bocca di Giovanni Cher, leader provinciale del Gruppo Albergatori di Confcommercio, presente a sua volta in platea: “Appena saputo dell'assegnazione dell'Adunata a Treviso – ha spiegato – ci siamo riuniti, anche con il Consorzio di promozione turistica, e, proprio per evitare questo tipo di abusi, abbiamo messo a punto un regime di tariffe calmierate a cui singoli o gruppi avrebbero potuto soggiornare”. Non solo, l'associazione ha programmato una serie di incontri per il personale degli hotel, affinché sia in grado di fornire tutte le informazioni ai partecipanti all'evento. “Ovviamente, come in ogni ambito commerciale – ammette Cher -, c'è sempre qualcuno che non rispetta le regole o, partito con buone intenzioni, ha ceduto alla voglia di guadagnare di più e ha dimenticato lo spirito dell'Adunata, pensando che questo fosse un affare come tutti gli altri”.
Per Cher, comunque, la maggioranza dei colleghi si è comportata correttamente: “Certo, tra i furbetti ci sarà anche qualche nostro associato. Ma nel nostro comporto c'è il grosso problema degli abusivi, che, ad esempio, offrono camere magari attraverso le piattaforme internet”. E non aiuta neppure la coincidenza con la Biennale di Venezia: molti visitatori dalla laguna vengono a dormire nella fascia meridionale della Marca, proprio dove si trovano alcuni degli hotel più capienti.