Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Conegliano esulta, battuta la Dinamo Mosca 3-1

LE PANTERE ARTIGLIANO LA FINALE DI CHAMPIONS LEAGUE

In finale contro le turche del Vakifbank Istanbul


TREVISO - Il sogno europeo continua. L'Imoco è in finale di Champions League dopo essersi sbarazzata della corazzata Dinamo Mosca. La Coppa gliela contenderanno le turche del Vakifbank. Dopo un primo sprint di Poljak e compagne (1-3), Conegliano trova il suo equilibrio e con un gioco spinto al centro prende in mano le operazioni: avanti 8-6 con muro e attacco di un’ottima Danesi, poi 11-9 con Folie. Skorupa è ispiratissima, sente l’atmosfera delle grande occasioni e dà spettacolo. Il 12-10 è una staffilata in parallela di Ortolani. La Dinamo Mosca è frastornata dal grande inizio della squadra di casa, trascinata dal suo pubblico (fantastica coreografia iniziale della Curva Sud), e due missili terra aria di Nicole Fawcett (5 punti nel set) permettono alle Pantere un ulteriore allungo (14-10) che costringe coach Panchenko al time out. Ma i cartelli “Murata” stasera vengono utilizzati spesso dagli spettatori sugli spalti, stavolta e’ Raffa Folie a chiudere la porta e l’Imoco allunga a +6 (18-12). Fawcett scatenata va ancora a segno dopo una super difesa di De Gennaro, poi Goncharova entra in temperatura e mette a segno due punti per il 19-15. Time out di coach Mazzanti e alla ripresa del gioco capitan Ortolani sigla il 20-25 su un altro “assist” al bacio di Kasia Skorupa, che manda a schiacciare tutte le sue attaccanti. Il cambio-palla gialloblu’ funziona alla perfezione. Kesh Robinson fa esplodere il Palaverde con il muro del 23-17, e le Pantere chiudono alla grande 25-18 il primo set.

Il secondo set parte equilibrato (3-3), con le Pantere che giocano in velocità variando gli attacchi e la Dinamo costretta a un gioco scontato che spesso è preda della difesa gialloblu’. Folie e Fawcett colpiscono dopo grandi difese, Goncharova attacca in rete e l’Imoco sale 6-3. Time out delle russe. L’Imoco non si ferma, difende tutte le traiettorie d’attacco ospiti e poi chiude bene in attacco. Ortolani in diagonale piazza il 10-7, poi Fawcett risponde a De La Cruz.e si vola a +4 (12-8). L’Imoco è un fiume in piena, Robinson si scatena (7 punti e 2 muri nel set) e senza muro scaglia a terra il 16-10, poi una Danesi (5 punti e 2 muri nel set) che non fa rimpiangere l’assente De Kruijf piazza il 18-12, poi mura ancora Goncharova per il 19-12. Palaverde in festa e Dinamo in bambola sotto i colpi delle Pantere. Conegliano non sbaglia un colpo e chiude 25-15 con un altro gran muro di Fawcett.

Nel terzo set reazione d’orgoglio delle russe che allungano subito 1-4. Poi Mosca fa valere i suoi centimetri a muro e sigla il +5 (2-7), mentre la squadra di coach Mazzanti dopo due set giocati al massimo accusa un calo e si raccoglie attorno al suo mentore per riannodare il filo. Capitan Ortolani ricama il pallonetto del 4-8, ma l’ace di Shcherban e una diagonale di De La Cruz regalano alla Dinamo un altro allungo (4-11). Skorupa riprende a sollecitare le sue centrali, Folie piazza la veloce del 7-12, ma Goncharova risponde bucando il muro. Ora la Dinamo ha alzato il livello di gioco e colpisce con le sue super attaccanti, mentre coach Mazzanti getta nella mischia per qualche scambio Cella e Malinov. Fetisova (3 muri nel set) dal centro sigla l’8-15, ma Ortolani tiene ancora vive le Pantere, si va al t.o. tecnico sul 9-16. La Dinamo continua a spingere, sull’11-20 esce Serena Ortolani ed entra Costagrande. L’Imoco combatte ancora, ma Goncharova e compagne sono ormai irraggiungibili (58% in attacco) e dimezzano il gap con il 15-25 finale.

Nel quarto set la partita si fa durissima per De Gennaro e compagne, che faticano in attacco contro l’alto muro russo e vanno sotto 4-9, poi piazzano un bel rush con Robinson e Ortolani che ricuciono parzialmente lo strappo (7-9) e fanno tornare alta la temperatura del Palaverde. Shcherban con una diagonale ferma il break gialloblu’ (7-10). Ora si gioca all’arma bianca, ogni punto è soffertissimo e le due squadre boccheggiano dopo ogni punto, sfiancate da rincorse e difese. Poljak mura per il 10-13, poi Goncharova va in cielo per il +4 (10-14).Ci pensa Anna Danesi con una fast a rimettere in careggiata le Pantere, poi Ortolani è super per il colpo del 13-15, la imita Fawcett ed è -1 (15-16). L’agognato pareggio arriva con un muro di Folie a quota 17, ma la Dinamo risponde subito con Goncharova che piazza il +2 (17-19). Una Fawcett in grande splovero, smarcata semza muro, accorcia le distanze, ma Goncharova non si ferma (18-20). Le Pantere mostrano carattere da vendere, Folie a segno con un ace, poi bomba di Fawcett (17 punti) e Conegliano sorpassa 21-20.  Dopo uno scambio incredibile Ortolani piazza il 22-20, il pubblico in festa ci crede, ma Kosianenko pareggia con un ace (22-22). Robinson di forza mette giu’ il 23-22, pareggia Goncharova da posto 4, poi Fetisova sorpassa per il 23-24 dopo uno scambio di quasi un minuto che lascia le due squadre in ginocchio. Ma l’Imoco ha la forza di rialzarsi e superare con Robinson e Fawcett (25-24), ma la Dinamo annulla il match point. Ancora Fawcett a segno, e Ortolani (20 punti alla fine) fa esplodere il Palaverde per il 27-25.

IMOCO VOLLEY – DINAMO MOSCA 3-1  (25-28,25-15,15-25,27-25)
IMOCO: Ortolani 20, Robinson 19, Malinov, Cella , Folie 11, Skorupa 5,Fiori ne, De Gennaro , Danesi 10, Costagrande , Fawcett 17, Barazza. All. Mazzanti
DINAMO: Morozova 2, Shcherban 10, Raevskaya ne, Goncharova 19, Vetrova 1, Kosianenko 2, Lyubushkina ne, Crncevic ne, Fetisova 7, De La Cruz 12, Poljak 4, Malova. All. Panchenko
ARBITRI: Maroszek e Cambre
NOTE Spettatori: 3.830 Durata set: 26′,28′,25′,37′ Muri Imoco 10, Dinamo 13; Aces 2-5 , Battute sbagliate  8-3;  Errori punto: 10-13