Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
CAMPI DA GOLF/15: GOLF CLUB PUNTA ALA

Sulla costa della Maremma un percorso impegnativo e spettacolare


PUNTA ALA - Da sempre la Toscana è conosciuta per essere una splendida regione. Si arriva in Maremma, e la cosa ha, per certi aspetti, una connotazione ancora maggiore. A sud del golfo di Follonica troviamo Castiglione della Pescaia, e subito si arriva a Punta Ala, un tempo chiamata...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/169: SPETTACOLO E INNOVAZIONE: È GOLFSIXES

A Londra, l'European Tour sperimenta una nuova formula


LONDRA - Al Centurion Club di St. Albands, a Londra, l’evento inaugurale di questo rivoluzionario agone, il “GolfSixes”, che assegna un premio di un milione di euro. Con tale torneo Keith Pelley, il ceo del Tour Europeo, intende rinnovare un po’ gli schemi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/168: FESTA IN PIAZZA A MARTELLAGO CON IL GOLF

Anche lo sport protagonista nella tradizionale manifestazione nella cittadina veneziana


MARTELLAGO - Martellago è una cittadina dell’entroterra veneziano vocata e particolarmente attenta al settore primario, l’agricoltura. Gli abitanti sono laboriosi, e attaccati alle memorie del passato. Nel 1945, alla fine del disastroso conflitto mondiale, entrò in uso per...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Imoco sconfitta 3-0 dal Vakifbank nella finale al Palaverde

TURCHE PIÙ FORTI, LA CHAMPIONS VA AD ISTANBUL

Senza due titolari le Pantere hanno fatto il possibile


TREVISO - Il sogno di portare a casa la Champions League per l'Imoco sfuma davanti ad un avversario nettamente più forte: senza Bricio e De Kruijff tanto di più non si poteva fare, anche se qualche rimpianto c'è. Coach Mazzanti presenta Skorupa con opposta Fawcett, Ortolani-Robinson schiacciatrici, Danesi e Folie centrali, libero De Gennaro. I primi due punti della finale sono dell’Imoco, ma il Vakifbank (vincitore della Champions 2015 e finalista lo scorso anno) reagisce subito e sorpassa con due muri della fuoriclasse cinese Zhu. Anche le turche provano a forzare con la battuta dell’olandese Sloetjes (4-6), ma Nicole Fawcett con due siluri pareggia il conto. In una partenza dove si rischia tutto su ogni colpo due errori di misura delle Pantere in attacco restituiscono alle turche il doppio vantaggio (6-8) prima del t.o. tecnico. Conegliano pareggia con un muro di Folie, poi pero’ sbaglia ancora un paio di palloni e la squadra di coach Guidetti allunga ancora (8-11) costringendo la panchina di casa al time out. Skorupa come ieri punta molto sulle centrali, e Raffa Folie risponde alla grande con attacco ed ace ed è di nuovo parità (11-11). L’Imoco forse preda della tensione sbaglia ancora qualcosina, ne approfitta Sloetjes che trascina il Vakifbank a +4 (11-15), ma Ortolani e Fawcett di potenza accorciano le distanze (13-15). Il Vakifbank forza la battuta e strozza all’origine il gioco d’attacco delle venete. Dopo una serie di azioni confuse Hill con un beffardo pallonetto riporta le turche a +4 (16-20). Le Pantere soffrono, ma il Palaverde aiuta con il suo splendido tifo (4.831 spettatori) la squadra di casa e capitan Ortolani di forza riporta a -2 Conegliano (18-20). Si gioca sempre vicino alle righe e i “challenge” si sprecano, uno di questo dà ragione alle turche che volano 18-21 e prendono il largo. Un gran muro di Rasic (sara’ 5-0 il conto dei “blocks” nel set) manda al 18-23, poi ancora la croata ferma l’attacco di casa per il 18-24. Ci vorrebbe la potenza di De Kruijf e Bricio, ma la due infortunate dell’Imoco sono in tribuna a soffrire.Istanbul chiude 19-25 un set costellato da troppi errori delle Pantere (ben 6 in attacco e 2 in battuta) per poter impensieriere una squadra come il Vakifbank.
Secondo set con una gran partenza della cinese Zhu che va in cielo è dà il là al tentativo di fuga delle ospiti (0-3). Pantere in difficoltà contro il gioco molto fisico del Vakifbank, con battuta e muro che fanno la differenza: sull’1-5 coach Mazzanti chiama time out. Ma la ricezione di casa fatica molto, impedendo a Kasia Skorupa di sciorinare il suo gioco veloce. Il Vakifbank non sbaglia mai, continua a macinare gioco e punti, con Zhu terminale inarrestabile, suo il +7 (3-10).Le Pantereci provano, ma il Vakifbank ribatte colpo su colpo. Danesi mura per il 12-19, ma Sloetjes, Hill e Zhu martellano ogni pallone con potenza devastante (irreale il 65% in attacco delle turche nel set) e tengono un margine di sicurezza. Entra anche Costagrande, ma l’inerzia ormai è tutta dalla parte delle turche che chiudono con un impietoso 13-25.

Terzo set: coach Mazzanti tiene in campo l’esperienza di Carolina Costagrande al posto di Fawcett, un punto dell’italoargentina e un muro di Folie mettono le Pantere con la testa avanti (4-2) e torna l’entusiasmo negli spalti del Palaverde. Hill pero’ è implacabile e piazza il pallonetto del pareggio. Si va avanti a colpi di muri. prima Folie, poi Akman, poi Costagrande e l’Imoco dopo una botta di capitan Ortolani da seconda line aè ancora avanti 7-6. Due muri di Akman danno il doppio vantaggio (8-10) alla squadra di Guidetti, che vuole chiudere in conti. Ma il cuore delle gialloblu’ è grande, Ortolani pareggia poi mura Zhu per il vantaggio 11-10. Ora si giocca alla pari, Kesh Robinson carica l’attacco di Conegliano, poi Danesi al centro sigla il 13-12. Esplode il Palaverde per il 14-12 di capitan Ortolani, ma Zhu sembra di un altro pianeta e con due super attacchi pareggia subito. Si va al time out tecnico dopo un’altra prodezza della cinese sul 15-16. Si va punto a punto, con Robinson e Costagrande che trovano punti eludendo l’alto muro delle turche. Si entra allo sprint finale sul 20-20, dopo un gran colpo di capitan Ortolani, poi arriva uno dei rarissimi errori in attacco della squadra ospite e l’Imoco mette la testa avanti (21-20). Coach Guidetti chiede time out. Zhu pareggia su palla alta, poi replica e ora è il Vakifbank avanti 21-22.  Ortolani mura il 22-23, ma Sloetjes non sbaglia e regala due match point alla squadra turca. Il primo lo annulla ancora la capitana, ma il secondo dà ragione al Vakifbank che puo’ festeggiare il ritorno sul tetto d’Europa.



IMOCO VOLLEY – VAKIFBANK ISTANBUL  0-3 (19-25,13-25,23-25 )
Imoco: Ortolani 12, Robinson 7, Malinov, Cella , Folie 7, Skorupa 2,Fiori ne, De Gennaro , Danesi 3, Costagrande 3, Fawcett 5, Barazza ne. All. Mazzanti
Vakifbank: Orge, Kirdar,  Zhu 22 , Akman 4,  Sloetjes 14, Aydemir 4,  Hill 11, Rasic 3. Cetin, Ozabay Gurkaynak, Yurtdaugulen, Durul e Ayak ne. All. Guidetti
Arbitri: Gerothodoros (Gre) e Maroszek (Pol)
Durata set: 30′,25′,
Spettatori: 4.831

Note: Muri Imoco 6, Vakifbank 10; Aces 2-2, Battute sbagliate  9-12;  Errori punto: 8-4